Nuovo semaforo intelligente per migliorare qualità e velocità del trasporto pubblico

«Il traffico diventa così più fluido, - ha spiegato l'Ass. al Traffico Luca Zanotto - si aumenta la velocità commerciale dei mezzi e di conseguenza la qualità del servizio pubblico»

Presentazione "semaforo intelligente", al centro l'assessore al Traffico Luca Zanotto

Un impianto semaforico di ultima generazione per migliorare velocità e qualità del trasporto pubblico. È questo l’obiettivo del semaforo intelligente, installato all’incrocio tra stradone Scipione Maffei e largo Divisione Pasubio. L’impianto entrato in funzione di recente, infatti, agevola la svolta a destra, verso piazza Bra, dei mezzi pubblici che provengono dalla corsia preferenziale di stradone Maffei e garantisce a bus e taxi una maggiore velocità commerciale. Il funzionamento del nuovo semaforo è stato illustrato dall’assessore al Traffico Luca Zanotto e dal presidente di Radio Taxi Verona Mirco Grigolato.

L’intervento sull’incrocio ha previsto, dapprima, la creazione in stradone Maffei di 2 corsie, una per la svolta a destra e una a sinistra. In questo modo, i mezzi pubblici che svoltano a sinistra non intralciano più le manovre di bus e taxi che girano verso piazza Bra. Contemporaneamente, sono stati installati due sensori di chiamata, uno nella corsia preferenziale in largo Pasubio (per la svolta a sinistra dei mezzi pubblici) e l’altro nella nuova corsia di svolta a destra di stradone Maffei. Un terzo sensore, per il conteggio dei mezzi, è entrato in funzione in via Pallone.

Piantina_incrocio_Pasubio semaforo intelligente verona

La piantina dell'incrocio dove è collocato il nuovo "semaforo intelligente"

Il nuovo semaforo intelligente prevede che in caso di chiamata dei bus, che svoltano da largo Pasubio verso sinistra, scatti il verde anche per i mezzi pubblici che girano da stradone Maffei verso destra. In questa maniera, si anticipa il verde e la sua durata per chi svolta verso piazza Bra. In assenza di bus, inoltre, il semaforo non dà via libera ai mezzi pubblici che girano da largo Pasubio verso sinistra, aumentando così le percentuali di verde degli altri impianti semaforici dell’incrocio.

«La modifica di questo impianto – ha detto l’assessore Zanotto – razionalizza e migliora la logistica di tutto l’incrocio. Infatti, grazie all’upgrade delle tecnologie utilizzate, i mezzi pubblici rimangono fermi per meno tempo al semaforo perché avvicinandosi all’incrocio fanno scattare il verde e ottengono priorità. Il traffico diventa così più fluido e si aumenta la velocità commerciale dei mezzi e, di conseguenza, la qualità del servizio pubblico. L’investimento complessivo sostenuto dall’Amministrazione è pari a 5 mila euro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questo intervento – ha detto Grigolato – è frutto della collaborazione tra operatori e Amministrazione. C’è già stato un miglioramento nel servizio, ad esempio, con la riduzione dei tempi d’attesa delle persone in piazza Bra. In più, sempre insieme all’Amministrazione, è stato realizzato un nuovo posteggio taxi in via Copernico, di fronte all’Adigeo, che permette ai clienti di salire e scendere dai taxi in sicurezza».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Scuola, ecco il calendario per il Veneto: si parte il 14 settembre, si chiude il 5 giugno

  • Orologio da 40 mila euro rubato in gioielleria a Verona: padre e figlio in manette

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento