menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scambio di auguri di Natale tra il vescovo e la giunta comunale di Verona

Scambio di auguri di Natale tra il vescovo e la giunta comunale di Verona

Auguri tra il vescovo e il sindaco di Verona. «Condiviso percorso di valori»

Durante l'incontro il sindaco e gli assessori hanno consegnato al vescovo una simbolica donazione in denaro, raccolta spontaneamente dalla giunta, che andrà devoluta in beneficenza. Il vescovo ha contraccambiato donando ai presenti la formella di San Zeno che raffigura il presepe

Scambio di auguri di Natale oggi, 19 dicembre, tra il vescovo di Verona Giuseppe Zenti ed il sindaco Federico Sboarina, il quale si è recato in Vescovado insieme agli assessori della sua giunta.

Durante l'incontro il sindaco e gli assessori hanno consegnato al vescovo una simbolica donazione in denaro, raccolta spontaneamente dalla giunta, che andrà devoluta in beneficenza. Il vescovo ha contraccambiato donando ai presenti la formella di San Zeno che raffigura il presepe.

Questo tradizionale momento di auguri - ha detto Sboarina - è anche l'occasione per confrontarci sulle cose fatte fino ad ora e sui futuri progetti che riguardano la nostra comunità. Con la Curia da sempre c'è una grande collaborazione. Solo un mese fa eravamo qui a firmare il protocollo per l'ospitalità delle persone che si trovano in situazioni di grave disagio. E poi condividiamo un percorso valoriale, trovandoci spesso allineati su diversi argomenti. Durante questo ultimo anno abbiamo visto accendersi polemiche sterili e pretestuose ogni volta che è stata difesa la famiglia, sostenuta la maternità e contrastato l'uso delle droghe leggere. Siamo stati duramente attaccati, ci hanno persino accusati di essere medievali quando, invece, abbiamo solo dato risalto a tematiche importanti, che sono al centro della nostra società, manifestando quella che è la nostra opinione e posizione senza per questo escludere chi la pensa diversamente. Una visione aperta che Verona ha sempre dimostrato di avere, lasciando a tutti libertà di espressione. Ecco perché sono orgoglioso di essere veronese e di tutto quello che la nostra città rappresenta nel mondo. Tutti i veronesi dovrebbero essere orgogliosi della loro comunità, fatta di tante persone impegnate, del volontariato, di numerose imprese che lavorano per far crescere il territorio. Ecco perché come rappresentanti delle istituzioni abbiamo il medesimo compito: riconoscere, portare avanti e garantire il bene comune.

Proprio sul tema del bene comune, il vescovo Zenti ha sottolineato la grande collaborazione avviata con l'attuale amministrazione per sbloccare il progetto dell’Ecoborgo a San Massimo, fermo da un decennio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento