menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fondazione Arena, Sboarina: "Chi non lavora di squadra è fuorigioco"

Il sindaco e presidente dell'ente lirico vuole spiegazioni sulla lettera con cui si è manifestata la spaccatura tra la sovrintendente Cecilia Gasdia e i manager di Fondazione Arena

Da più parti era stato chiesto il suo intervento e il sindaco di Verona Federico Sboarina è intervenuto, intanto a parole.

Il nostro progetto di rilancio della Fondazione poggia su vari elementi, fra cui la gestione manageriale nelle mani di una squadra che ha all'interno eccellenze con competenze artistiche e quelle più squisitamente manageriali. Apprendo di una lettera, il cui contenuto mi deve essere spiegato in ogni dettaglio, per questo ho immediatamente convocato i quattro interessati, che vedrò molto presto, per convocare poi un Consiglio di Indirizzo d'urgenza.

Dunque Sboarina ha annunciato quello che farà dopo aver appreso della lettera inviata da tre dirigenti di Fondazione Arena (il direttore generale Gianfranco De Cesaris, il direttore amministrativo Andrea Delaini e la direttrice delle risorse umane Francesca Tartarotti) alla sovrintendente Cecilia Gasdia. In questa missiva, i manager hanno in sostanza espresso il loro malcontento, perché le decisioni della Gasdia venivano prese senza un adeguato coinvolgimento del management e con scarsa considerazione dei limiti di bilancio. Quello che farà Sboarina sarà convocare De Cesaris, Delaini, Tartarotti e Gasdia per un chiarimento sui contenuti della lettera e poi si riunirà il Consigli di Indirizzo di Fondazione Arena. 

Il progetto di rilancio è stato condiviso da subito con le categorie economiche e gli importanti soci che siedono nel CdI, alcuni dei quali per la prima volta, in rappresentanza delle forze economiche veronesi e del Ministero - ha aggiunto Sboarina - Ma il progetto è stato apprezzato persino dalle istituzioni veronesi, che lo hanno sposato stanziando risorse per la Fondazione Arena anche sottoforma di Art Bonus. È evidente che chi non lavora nella direzione tracciata da questo progetto si mette da solo in fuorigioco, significa che non fa la strategia di squadra che è stata richiesta e che ha dimostrato fin qui la sua validità anche in termini di pubblico. Sono certo che riceverò i chiarimenti necessari, il bene della Fondazione sta a cuore a tutti. Vedremo se si tratta di una tempesta in un bicchier d'acqua.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento