Classifica Il Sole 24 Ore, Zaia al top ma Sboarina è 84°. Bertucco: «Speranze tradite»

Rispetto alle elezioni del 2017 il primo cittadino scaligero cala di -8,5% nel gradimento

Il sindaco di Verona Federico Sboarina

«L’84° posto raggiunto da Sboarina nella classifica de Il Sole 24 Ore riguardante il gradimento dei Sindaci delle 105 città capoluogo di provincia riflette la situazione di un primo cittadino che a due anni dalla scadenza del mandato si trova impantanato tra promesse non mantenute e speranze tradite». Ad affermarlo è il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, in riferimento alla classifica pubblicata dal noto quotidiano nazionale. Secondo tale graduatoria, il primo cittadino scaligero Federico Sboarina sarebbe infatti calato di -8,5% nel gradimento da parte dei suoi cittadini che lo elessero con il 58,1% dei voti al ballottaggio delle elezioni nel 2017. Oggi il sindaco Sboarina si attesterebbe solo all'84° posto tra tutti i sindaci dei capoluoghi di provincia d'Italia, con un indice di gradimento sceso al 49,6%, in base a ciò che riporta Il Sole 24 Ore.

Il consigliere comunale Michele Bertucco ha quindi affondato il coltello nella piaga, specificando quelle che a suo dire sarebbero le ragioni di un simile calo nei consensi per il primo cittadino scaligero: «La Fondazione Arena è uno dei fallimenti più gravi, - incalza il consigliere Bertucco - perché la sua politica ha perpetuato contrasti e conflitti sindacali laddove aveva promesso dialogo e condivisione. Beffardo il contrappasso anche sulla promessa del Central Park allo scalo merci: Sboarina oggi annuncia la presentazione di master plan, cioè di un progetto di massima, eppure la sua campagna elettorale di tre anni fa era cominciata proprio nello stesso modo presentando il masterplan scopiazzato ai comitati di Verona Sud. Sul filobus non c’è nessun piano B. Fallita anche l’aggregazione a tre che avrebbe dovuto dotare Agsm di un partner industriale forte. Benché Sboarina si affanni a dire il contrario, Lega e Verona Domani ritengono chiusa la faccenda del partner industriale».

Sempre secondo la classifica de Il Sole 24 Ore a riscuotere un significativo aumento dell'indice di gradimento sono stati in particolare quei sindaci trovatisi al centro dell'emergenza sanitaria Covid-19, a cominciare da Giorgio Gori a Bergamo che risulta al terzo posto, ma anche il sindaco di Brescia Emilio Del Bono che si è attestato al 32° posto con un +2,7%. In Veneto il primo sindaco che si incontra nella classifica è quello di Venezia Luigi Brugnaro al quinto posto, mentre grande crescita del consenso viene registrata anche dal presidente del Veneto Luca Zaia che, secondo la classifica, è il governatore regionale più popolare d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

Torna su
VeronaSera è in caricamento