menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
San Mauro di Saline (foto Wikipedia)

San Mauro di Saline (foto Wikipedia)

Zero voti per gli agenti della penitenziaria candidati a San Mauro di Saline

Angelo Sebastiano Campanile è l'unico candidato a non aver preso neanche un preferenza, ma in fin dei conti il suo obiettivo lo aveva già raggiunto: godere dei 30 giorni di congedo retribuito per motivi elettorali

Il loro obiettivo l'hanno comunque raggiunto, anche se avrebbero preferito evitare il clamore che prosegue anche il giorno dopo le elezioni amministrative (qui tutti i risultati dei comuni veronesi). Perché era chiaro che l'obiettivo della lista civica "Alba Chiara", presentatasi alle elezioni comunali di San Mauro di Saline, non era quello di farsi eleggere. E, infatti, nessuno di quella lista entrerà in consiglio comunale a San Mauro, neanche il candidato sindaco Angelo Sebastiano Campanile, che è stato l'unico candidato sindaco a prendere 0 voti.

Eppure anche se non ha ricevuto neanche un voto, lo scopo della candidatura di "Alba Chiara" è stato raggiunto. Gli agenti della polizia penitenziaria in servizio al carcere di Montorio e candidati nella lista hanno infatti potuto godere del mese di congedo dal lavoro retribuito per motivi elettorali. Gli agenti sono stati quindi a casa dal lavoro per 30 giorni, regolarmente retribuiti, e senza infrangere nessuna legge. Dal punto di vista legale, è tutto regolare. E, in linea di principio, sarebbe anche giusto concedere ad un lavoratore un periodo di pausa per permettergli di partecipare al meglio alla campagna elettorale. Ma l'uso che ne hanno fatto gli agenti della penitenziaria della lista "Alba Chiara", pur essendo legale, fa comunque storcere il naso ai cittadini e di sicuro ha complicato la vita ai colleghi del carcere di Montorio che hanno dovuto coprire i buchi lasciati dagli agenti candidati a San Mauro di Saline. 

Un episodio che non è unico in Italia e che ha fatto scalpore, tanto che interessare la deputata veronese del PD Alessia Rotta, la quale aveva chiesto un intervento per correggere quello che agli occhi di molti sembra l'utilizzo improprio di un diritto. E probabilmente è anche per questo che il candidato sindaco Campanile non ha ricevuto neanche un voto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento