Attualità Valverde / Via Salvo D'Acquisto

Notti sicure anche dall'azzardo patologico, Regione investe 120mila euro

Proseguirà per un altro anno il progetto «Safe night in game», iniziativa di prevenzione realizzata nei luoghi del divertimento con il coinvolgimento anche dell'Ulss 9 Scaligera

Servizio di prevenzione durante la Notte Bianca di Villafranca (Foto Facebook - Safe Night)

Prosegue in Veneto il progetto «Safe night in game», iniziativa di prevenzione nei luoghi del divertimento attiva da due anni per sensibilizzare i giovani e i meno giovani sui rischi di dipendenze. La giunta regionale ha stanziato altri 120mila euro per prolungare per un altro anno il progetto che coinvolge anche l'Ulss 9 Scaligera.
«Safe night in game» proseguirà fino al 30 giugno, con il coinvolgimento diretto dei gestori dei locali.

Al centro della prossima fase del progetto - ha annunciato l'assessore regionale al sociale Manuela Lanzarin - ci sarà il gioco d'azzardo, e in particolare la sensibilizzazione nei locali di ritrovo notturno sulla correlazione tra scommesse e sballo, tra gioco d'azzardo e uso di sostanze. Gli operatori della notte, che in questi due anni hanno agganciato migliaia di giovani e molti gestori dei locali, hanno rilevato una significativa propensione al gioco patologico tra chi fa già uso abituale di alcol e di droghe.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notti sicure anche dall'azzardo patologico, Regione investe 120mila euro

VeronaSera è in caricamento