Madonna di Dossobuono, via al cantiere della rotonda in entrata alla Tangenziale Sud

L'opera dovrebbe essere completata nel mese di gennaio 2021 e servirà a mettere in sicurezza lo svincolo dell'arteria stradale, oltre ad abbassare la velocità di marcia lungo tutta la via

Foto di gruppo con il progetto della nuova rotonda

Sono iniziati giovedì 8 ottobre i lavori della tanto attesa rotonda di via Mantovana, a Madonna di Dossobuono, che dovrebbe mettere in sicurezza l'arteria e gli ingressi alla tangenziale sud. L'opera permetterà inoltre di abbassare la velocità di marcia lungo tutta la strada, interrompendo il lungo rettilineo che in troppe occasioni è stato teatro di incidenti, anche gravi, e manovre pericolose.

Nel 2019, sono stati dodici i sinistri registrati in questo punto di via Mantovana, alcuni con feriti in prognosi riservata. Ben 143 le multe elevate dalla Polizia locale ad altrettanti automobilisti per essere stati 'beccati' mentre effettuano l'inversione di marcia sul rettilineo.

Tempo pochi mesi e la strada sarà finalmente in totale sicurezza, con una nuova conformazione che risolverà anche le criticità legate al traffico presente nelle ore di punta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcune immagini diffuse dal Comune di Verona di manovre azzardate nella zona 

La fine dei lavori è prevista entro gennaio 2021, ma l'obiettivo è accelerare per ultimarli entro l'anno. Durante il cantiere, che sarà suddiviso in quattro fasi, la circolazione non sarà mai bloccata. La carreggiata, infatti, verrà solamente ristretta e i veicoli deviati sulle corsie libere. Nel frattempo verranno realizzate la rotatoria, che avrà un diametro esterno di 42 metri, e le isole spartitraffico.

Verrà chiuso definitivamente l’ingresso ovest alla tangenziale, ossia quello attualmente imboccato da chi arriva da Santa Lucia. Con il nuovo assetto stradale, vi sarà un unico svincolo di entrata, mentre dall’attuale uscita sarà possibile procedere sia in direzione centro città che verso Dossobuono, senza effettuare manovre irregolari e pericolose. I lavori prevedono, oltre al rifacimento della pavimentazione stradale e della segnaletica ad alta visibilità, anche nuove barriere di sicurezza, aiuole spartitraffico e il potenziamento dell’illuminazione.

Novità di oggi, la possibilità di realizzare in corso d'opera il prolungamento della pista ciclabile proveniente da Verona, inserendola esternamente alla rotonda in direzione di Dossobuono.

L’intervento ha un costo complessivo di 440 mila euro, finanziato dal Comune per il 50%, fino ad un massimo di 250 mila euro. La restante metà è sostenuta dalla società A4, quale stazione appaltante dell’opera e competente del ramo di tangenziale.

Il progetto definitivo era stato approvato nel 2017, l’anno seguente era stato predisposto quello esecutivo e sottoscritta la convenzione tra Società Autostrada Brescia-Padova e il Comune di Verona. A seguito del nullaosta pervenuto dal Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti, la concessionaria ha potuto dare il via alla gara per l’affidamento dei lavori.

Giovedì mattina, sul posto per l'avvio del cantiere, il sindaco Federico Sboarina e l’assessore alle Strade Marco Padovani. Presenti anche il vicepresidente di Amia Alberto Padovani e il consigliere comunale Paolo Rossi, nel 2017 rispettivamente presidente e consigliere della quarta Circoscrizione e sostenitori dell'intervento, il comandante della Polizia locale Luigi Altamura, l'ingegner Francesco Salvi in rappresentanza della Società Autostrada Brescia-Padova e il parroco del Santuario della Madonna della Salute per la benedizione al cantiere e suoi lavoratori.

«Mettiamo in sicurezza un’altra importante arteria di accesso alla città – ha detto il sindaco -. Questo punto strategico, fondamentale anche per gli svincoli della tangenziale, spesso è luogo di incidenti e manovre pericolose, segnalati dai residenti e registrati dalla Polizia locale. Finalmente, grazie alla rotonda, tutti questi comportamenti irregolari non avranno più senso. Tutti potranno uscire dalla tangenziale e svoltare in sicurezza sia in direzione Santa Lucia che verso Dossobuono».

«Ringraziamo la società autostradale per la disponibilità dimostrata e l’attenzione al territorio - ha detto Padovani-. In pochi mesi questo snodo viabilistico verrà finalmente riqualificato e messo in sicurezza. Un’opera che residenti e quanti transitano abitualmente su via Mantovana aspettavano da molto tempo. Puntiamo ad ultimarla prima di previsto».

«Inversioni di marcia, svolte a sinistra non consentite, velocità eccessiva, tutti comportamenti scorretti e pericolosi che su questo punto di via Mantovana sono all'ordine del giorno, puntualmente registrate i dalle telecamere - afferma il comandante Altamura-. L'anno scorso ci sono stati ben 12 incidenti, un numero che la dice lunga sulla necessità di intervenire per mettere in totale sicurezza l'arteria, con benefici anche per il flusso veicolare».

Il sindaco legge il progetto della nuova infrastruttura-2

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Il Veneto dal 16 gennaio è la Regione più a rischio zona rossa con il prossimo Dpcm

  • La zona arancione che in Veneto durerà almeno fino al 15 gennaio spiegata semplice

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento