Puliero, Hellas con il lutto al bracco e tre iniziative del Comune per omaggiarlo

Il club ha comunicato la decisione con una nota pubblicata sul proprio sito ufficiale. Puliero è stata la voce storica dei gialloblu, commentandone i momenti più belli e quelli più difficili

Roberto Puliero

Per anni è stata la voce storica dell'Hellas Verona. Ne ha raccontato gli anni più gloriosi, come lo storico scudetto conquistato nella stagione 1984-1985, e anche i periodi più bui, come il decisivoo playout contro la Pro Patria, quando il gol salvezza di Zeytulaev evitò la retrocessione in C2 del club scaligero, che ora intende dunque omaggiare la memoria di Roberto Puliero, cronista ma anche attore e regista: una delle figure più amate dai veronesi. 

Hellas Verona FC comunica che questa domenica, 24 novembre, in occasione del match al Bentegodi (ore 15) contro la Fiorentina, la squadra gialloblù giocherà con il lutto al braccio per commemorare la figura umana e professionale di un veronese che ha lasciato tracce indelebili nella storia della città e dell’Hellas quale Roberto Puliero, scomparso nei giorni scorsi.

Scomparso il 19 novembre, Puliero è stato omaggiato anche dalla politica cittadina ed ora prende corpo l'idea di intitolargli una via od una piazza, mentre sui social network i tifosi chiedono che ad un settore del Bentegodi venga dato il suo nome.  
«L’essenza di Roberto Puliero è essenzialmente racchiusa in tre aspetti: l’attore, il cronista sportivo e l’uomo di cultura - ha detto il sindaco di Verona, Federico Sboarina -. Affinché la sua eredità resti come patrimonio di tutta la città, saranno tre le iniziative che il Comune metterà in campo a breve. Gli verrà intitolata la tribuna stampa dello stadio Bentegodi, da dove Roberto ha fatto per decenni le radiocronache dell’Hellas Verona. Ma è stato anche una grande presenza in palcoscenico, e per questo verrà apposta una targa in suo ricordo in uno dei teatri cittadini. Spazio ancora da decidere e da valutare magari in collaborazione con la sua storica compagnia. Infine, l’eredità culturale che mi piace sia indirizzata ai giovani, come fondamentali custodi della memoria. Già dal prossimo anno scolastico il Comune bandirà per le scuole una borsa di studio dedicata al suo nome, con l’obiettivo di creare uno stimolo culturale e artistico che continui ad arricchire Verona come sapeva fare Roberto Puliero».
I funerali si svolgeranno nella basilica di San Zeno il 22 novembre alle 16. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Scomparso da Sant'Ambrogio di Valpolicella, 18enne ritrovato a Portici

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento