Mercoledì, 19 Maggio 2021
Attualità Via Bernini Buri

Un risotto per i riders: 1° maggio tra pensionati e giovani fattorini del mondo digitale

Alla tavola rotonda “I diritti negati, i diritti da conquistare”, prenderanno parte Adriano Filice, segretario generale dello Spi Cgil di Verona e Raffaello Fasoli, segretario del sindacato dei trasporti Filt Cgil di Verona e un rappresentante dei riders

Immagine di repertorio

Festa del Primo Maggio: domani a Villa Buri (via Bernini Buri, 99, 37132) a Verona l'evento organizzato dal Sindacato dei pensionati della Cgil di Verona vede protagonisti anche i riders. “Da una generazione all’altra, un 'risotto' per i riders”: è questo il nome dell’iniziativa che si terrà a partire dalle ore 11 con una tavola rotonda intitolata “I diritti negati, i diritti da conquistare” a cui prenderanno parte Adriano Filice, segretario generale dello Spi Cgil di Verona e Raffaello Fasoli, segretario del sindacato dei trasporti Filt Cgil di Verona e un rappresentante dei riders che porterà la sua testimonianza come lavoratore di un’azienda del food delivery. Una categoria questa che continua a non vedere rispettati i propri diritti in quanto lavoratori, a non avere una copertura assicurativa adeguata, un contratto equo e una paga degna.

Alle 12.30, per tutti, seguirà una risottata preparata dai cuochi di isola della Scala.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un risotto per i riders: 1° maggio tra pensionati e giovani fattorini del mondo digitale

VeronaSera è in caricamento