Al "Risotto del giornalista" di Isola della Scala trionfano le cozze

A spuntarla è stato il risotto con peperoni, cozze Mitilla di Pellestrina e burrata

I vincitori del premio "Risotto del giornalista" alla Fiera del Riso di Isola della Scala

Risotto con peperoni, cozze Mitilla di Pellestrina e burrata: questo il miglior piatto della quarta edizione del concorso enogastronomico Risotto del Giornalista, che si è tenuto ieri sera, venerdì 27 settembre, alla 53a Fiera del Riso di Isola della Scala (Vr). A prepararlo Mario Stramazzo, direttore di Vinoecibo.it e membro dell'Accademia Italiana della Cucina, accompagnato ai fornelli dall’amico-cuoco Roberto Zanca. La sfida ha visto gareggiare sei giornalisti che hanno presentato altrettanti risotti, valutati da una giuria tecnica composta soprattutto da chef.

Il premio dell’ “Autocritica”, assegnato dagli stessi concorrenti a uno dei piatti in gara, è andato alla ricetta con polvere di porcini e ceviche di capesante preparata da Renato Malaman del Mattino di Padova, ai paioli con lo chef Paolo Businaro della Trattoria Antico Molino di Pernumia (Pd). Il miglior abbinamento risotto-vino è stato quello tra la ricetta ai porri, scamorza affumicata e trippe – preparata da Alberto Tonello del Giornale di Vicenza, accompagnato dallo chef del Degusto di San Bonifacio, Matteo Grandi - e il Lessini Durello Metodo Classico 60 Mesi della cantina GianniTessari Wine.

Complimenti in sala anche agli altri piatti in concorso: all’Amarone ai profumi nostrani presentato da Emanuele Bonora, direttore di Friuli Oggi in cucina con Lorenzo Simeoni; Durello e Monte Veronese, cucinato da Elena Cardinali de L’Arena e da Leopoldo Ramponi dell’Antica Trattoria Al Bersagliere; alla zucca mantovana con guizzi di ristretto al Lambrusco e gocce di mostarda, preparato da Marco Morelli, direttore di MCG MantovachiamaGarda e Giuseppe Bettini dell’osteria Selvole di Castel Goffredo (Mn). I premi sono stati consegnati dall’amministratore unico di Ente Fiera, Michele Filippi, e dal sindaco di Isola della Scala, Stefano Canazza.

La giuria tecnica era composta da Paolo Forgia, chef e Segretario veneto Fic (Federazione Italiana Cuochi); Mida Muzzolon, chef della Tenuta San Martino, Legnago (Vr); Dimitri Mattiello, chef del “Dimitri Restaurant” di Altavilla Vicentina (Vi); Morello Pecchioli, giornalista e membro del centro Studi Franco Marenghi dell’Accademia Italiana della Cucina e Cesare Soprana, maestro orafo. Soprana ha voluto assegnare un riconoscimento speciale alla migliore presentazione del piatto, andato al risotto di Malaman (con polvere di porcini e ceviche di capesante). Il prossimo concorso sarà il Chicco d’Oro, in programma martedì 1 ottobre. A sfidarsi chef professionisti da cinque regioni d’Italia. La Fiera del Riso terminerà domenica 6 ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento