Attualità

"Furbetti" dei rifiuti a Verona: Amia installa nuove telecamere e il PD lancia l'allarme in Terza

Nei giorni scorsi il presidente Tacchella ha presentato i nuovi dispositivi per contrastare l'abbandono di immondizia in Quarta Circoscrizione. Il Partito Democratico nel frattempo ha raccolto numerose segnalazioni provenienti dalla Terza Cirscoscrizione

Rifiuti abbandonati in via Albere a Verona

Sono già una cinquantina le telecamere di ultima generazione installate in pochi mesi da Amia in molti quartieri della città di Verona, specialmente nei punti critici dove più frequentemente si verificano casi di abbandono incontrollato di rifiuti al di fuori dei cassonetti. Proprio in questi giorni i nuovi dispositivi, dotati di software particolarmente avanzati in grado di facilitare agli operatori la visualizzazione di immagini dal vivo o da remoto, 24 ore su 24, verranno posizionate in una quindicina di vie della quarta circoscrizione, in prossimità di siti particolarmente sensibili. Il presidente Bruno Tacchella, il vicepresidente Alberto Padovani, Giuliana Guadagnini e Manola Campagnari, rispettivamente consigliere e commissario a sicurezza e commercio della quarta circoscrizione, si sono recati mercoledì mattina in sopralluogo per visionare il posizionamento delle telecamere in via Mantovana ed in via Trombelli. Entro la fine del mese le apparecchiature saranno installate nelle restanti vie del quartiere.

foto Amia-2

«Con questo servizio, unito alle segnalazioni dei cittadini che responsabilmente ci segnalano le criticità, andiamo a controllare e monitorare in tempo reale tutti i comportamenti incivili, sperando di arginare questo vergognoso fenomeno, purtroppo in sensibile e progressivo aumento, qual è l’abbandono indiscriminato dei rifiuti, molte volte, tra l’altro, ad opera di cittadini provenienti da fuori il Comune – ha commentato Tacchella -. Siamo ormai a circa la metà delle operazioni di installazione di tutte le telecamere acquistate da Agsm, che saranno posizionate in questi mesi nelle altre circoscrizioni cittadine (ad oggi sono già coperte la seconda, la terza e come detto tutta la quarta entro fine maggio). Nessun’altra città in Italia può contare su un numero così elevato di questi dispositivi, appositamente ideati per tale scopo. Sappiamo bene che il controllo non può sostituire il senso civico verso il decoro ed il rispetto della proprietà pubblica, ma proseguiremo con impegno questa battaglia contro il degrado e la maleducazione in tutta la città, monitorando sia il centro storico che i quartieri più periferici».

Rifiuti in Terza Circoscrizione

«Non c’è quartiere della Terza Circoscrizione che non soffra il problema dei furbetti dei rifiuti, ovvero di incivili che anziché buttare la spazzatura nel cassonetto più vicino a casa propria, oppure conferirla secondo le modalità della raccolta porta a porta, va ad intasare o lordare i contenitori dei comuni, dei quartieri o delle vie limitrofe trasformando le isole di cassonetti in delle vere e proprie discariche». A sottolineare il problema sono Federico Benini, Riccardo Olivieri e il Gruppo consiliare del Partito Democratico in Terza Circoscrizione. 
«I residenti - proseguono i dem - segnalano il problema in via Albere (quartiere Stadio), ma la stessa cosa accade in via Zancle a Borgo Nuovo, in via Gramsci a Borgo Milano e in via Randaccio a San Massimo, tutte strade di attraversamento o vicine a grosse arterie cittadine che calamitano tutti quegli incivili che preferiscono abbandonare la spazzatura alla base dei contenitori del secco o delle campane del vetro come in via Randaccio.
Il risultato è che i cassonetti sono vuoti dentro mentre tutto attorno si accumula una quantità imbarazzante di rifiuti che gli stessi operatori faticano a smaltire mettendo a rischio il decoro e la salute.
A nome dei tanti residenti che si sono rivolti a noi perché non riescono trovare ascolto da chi di competenza, lanciamo un appello ad Amia, che in altre occasioni si è dimostrata sensibile a queste problematiche, affinché predisponga un piano certo e razionale per il posizionamento delle telecamere scova-furbetti o scova-incivili nei punti critici dei nostri quartieri».

via Albere 1-2

via Albere 5-2

via Randaccio San Massimo - cumuli di rifiuti alla base della campana-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Furbetti" dei rifiuti a Verona: Amia installa nuove telecamere e il PD lancia l'allarme in Terza

VeronaSera è in caricamento