rotate-mobile
Attualità

Verona nel secondo dopoguerra, la ricostruzione e i suoi protagonisti: un bando promuove la ricerca storica

Studenti, studiosi e ricercatori, tutti possono presentare domanda e candidare il proprio progetto, che potranno poi sviluppare in un anno

La ricostruzione di Verona del secondo dopoguerra e i suoi protagonisti, sono al centro della ricerca storica promossa dall’associazione Consiglieri comunali emeriti.

Un’opera per la cui realizzazione è stato indetto un vero e proprio bando, aperto a tutti: studenti, studiosi e ricercatori. Le domande di partecipazione vanno presentate entro il 31 gennaio corredate dalla presentazione generale del lavoro, delle fonti e della bibliografia, oltre che del curriculum di ciascun partecipante.

I progetti presentanti saranno vagliati da un’apposita commissione, che delibererà quali saranno ammessi alla realizzazione della ricerca.

Dopodichè, i candidati avranno tempo un anno per realizzare i lavori. All’opera migliore, che resterà di proprietà del vincitore, verrà assegnato un contributo di mille euro.

Come da bando, la domanda, completa dei dati richiesti e della sottoscrizione, deve pervenire entro il 31 gennaio 2022 ad uno dei seguenti indirizzi: a mezzo posta all’ associazione dei Consiglieri comunali emeriti -Palazzo Barbieri, Piazza Bra, 1 - 37121 Verona, in tal caso, sulla busta dovrà essere riportata la dicitura “Contiene domanda di partecipazione alla ricerca “La ricostruzione di Verona: i protagonisti”.
Oppure a mezzo posta elettronica: all’indirizzo e-mail assconsiglieriemeriti@comune.verona.it.

LA RICERCA STORICA - Vuole ricordare i difficili anni della ricostruzione del secondo dopoguerra, dal 1945 agli anni ’60: le personalità della società civile, culturale e sociale, i politici, gli amministratori che hanno ricostruito la città sulle macerie, che hanno conservato ed innovato, che oltre settant’anni fa hanno fatto le scelte per il suo sviluppo economico, arricchito le istituzioni culturali, che hanno restituito a Verona le caratteristiche che ne fanno una delle più belle città italiane.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona nel secondo dopoguerra, la ricostruzione e i suoi protagonisti: un bando promuove la ricerca storica

VeronaSera è in caricamento