rotate-mobile
Attualità Borgo Trento / Via Goffredo Mameli

Sventa scippo in Via Mameli, consegnato riconoscimento al "fioraio eroe"

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha ricevuto Mario Bellobuono, il 38enne che ha bloccato e favorito l'arresto di un 23enne che aveva rubato la borsa ad una signora

Oggi pomeriggio, 26 ottobre, il sindaco di Verona Federico Sboarina ha ricevuto in Sala Arazzi Mario Bellobuono, il 38enne che la settimana scorsa ha sventato uno scippo in Via Mameli.
Bellobono, fioraio napoletano residente da 15 anni a Verona, svolgeva la sua attività itinerante a Borgo Trento quando è stato richiamato dalle urla di una signora di 48 anni appena scesa da un autobus tra Via Mameli e Via Cesiolo. La donna era stata vittima di un tentativo di scippo da parte di un 23enne romeno, opponendo però resistenza e cadendo a terra. A quel punto Bellobuono ha rincorso il ragazzo, lo ha raggiunto e lo ha bloccato a terra fino all'arrivo dei vigili di quartiere che hanno proceduto all'arresto del giovane.
Per questo suo atto pieno di senso civico, Bellobuono ha ricevuto un riconoscimento dal sindaco e dal consigliere Gianmarco Padovani, titolare della farmacia di fronte alla quale lavora Mario Bellobuono.

«Ho invitato Mario per due motivi - ha esordito il sindaco Sboarina - Il primo, per ringraziarlo per quello che ha fatto, il suo gesto altruistico ha infatti evitato un epilogo peggiore. Il secondo, perché il suo agire è un esempio per tutti. Quando succede qualcosa del genere, spesso si è tentati a girarsi dall’altra parte, quasi facendo finta di non vedere per non prenderci la responsabilità di ciò che potrebbe accadere. Mario ha fatto esattamente il contrario, si è girato dalla parte giusta e ha scelto di guardare in faccia la realtà e affrontarla. Un comportamento da seguire sempre, non solo di fronte ad episodi legati alla sicurezza. Fare la cosa giusta va a vantaggio di tutta la comunità».
«Purtroppo sono cose che non dovrebbero succedere - ha detto Bellobuono - Se sono intervenuto è perché non ho avuto dubbi che era la cosa giusta da fare in quel momento. Sono 15 anni che lavoro per strada e, se domani dovesse ricapitare, lo rifarei. Ho visto la signora e non mi è piaciuto vedere quello che le accadeva, un gesto davvero spregevole. Mi sento bene nell'animo, perché ho aiutato quella signora, che lavora un po’ più avanti rispetto alla mia attività, e che mi ha ringraziato».
«Mario è ben voluto da tutti i residenti del quartiere - ha concluso Padovani - Lavora davanti alla mia farmacia, ha attenzione per tutti i passanti, è l'esempio di come si lavora bene. Ora per tutti è anche un esempio di grande coraggio».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sventa scippo in Via Mameli, consegnato riconoscimento al "fioraio eroe"

VeronaSera è in caricamento