Ripartenza prudente a Verona, alcune saracinesche ancora abbassate

Non tutti hanno approfittato fin dal primo giorno della riapertura ed anche i clienti non sono stati tanti tra piazza Bra e piazza Erbe

(Foto di repertorio)

Dopo giorni anche di protesta per non aver concesso loro la possibilità di aprire lo scorso 4 maggio, alcune attività economiche sono ripartite oggi. Bar, ristoranti, negozi, stabilimenti balneari ed altro ancora sono tornati aperti al pubblico, solo che forse il pubblico non è ancora pronto. L'entusiasmo di coloro che finalmente potevano tornare a lavorare non si è sempre rispecchiato in quello dei clienti.

Non tutti coloro che potevano riaprire hanno riaperto, un po' per prudenza e un po' perché non ancora pronti ad offrire un servizio in regola con le nuove disposizioni per la sicurezza, dato che il coronavirus che aveva costretto alla chiusura nei mesi scorsi è sempre in circolazione. Comunque, qualcuno è ripartito ed ha potuto servire i primi clienti. Clienti non accorsi in gran quantità, perché forse anche loro non sono pronti emotivamente a riprendere le vecchie abitudini dopo settimane di rischio contagio.

E così in piazza Bra non tutte le saracinesche sono state rialzate. «Il problema - ha detto ad Ansa Paolo Garnero, edicolante della piazza che ha continuato a lavorare anche durante il lockdown - è che mancano i turisti e l'attività principale di bar e ristoranti sul Liston in estate si basa sul turismo». In piazza Erbe, invece, si è visto un maggiore afflusso, anche se «la gente non gira - ha spiegato sempre ad Ansa Nazario, un ambulante che gestisce anche un piccolo bar - C'è ancora giustamente molta preoccupazione».

adigeo-18-maggio-2020-2
(Adigeo il 18 maggio 2020)

Dal centro città al centro commerciale Adigeo la situazione cambia poco. Anche all'interno della struttura di Verona Sud non tutte le attività hanno riaperto e l'affluenza non è stata grandissima. Discreti, però, gli incassi di alcuni esercenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento