Riaperta la Casa di Giulietta: «Turisti in coda già dal primo giorno»

Il museo che conduce al famoso balcone sarà accessibile da martedì a domenica, dalle 11 alle 17, con nuove modalità di entrata per garantire la sicurezza dei visitatori e degli operatori

Il sindaco Sboarina e l'assessore Briani riaprono il portone della Casa di Giulietta

Il museo della Casa di Giulietta ha riaperto nella mattinata di sabato 20 giugno ai turisti, completando così il percorso museale che conduce al celebre balcone dopo che, esattamente una settimana fa, era tornato accessibile ai visitatori di tutto il mondo il cortile con la statua dell’eroina shakespeariana.
La Casa sarà aperta da martedì a domenica, dalle 11 alle 17, con nuove modalità di entrata per garantire la sicurezza dei visitatori e degli operatori. Il protocollo prevede che possano essere presenti contemporaneamente nel museo, al massimo 18 persone, l’accesso è consentito solo con mascherina e mantenendo la distanza di 1 metro tra i visitatori. Entrata e uscita dall’edificio sono separate.

Proprio per evitare inutili code, vista la possibilità che i biglietti si esauriscano velocemente, si consiglia di acquistare il ticket online su museiverona.com, prenotando anche l’orario di ingresso. L’ultimo ingresso prenotabile per la Casa è alle 16.30.

L’accesso al cortile è libero, seppur limitato a un massimo di 26 persone presenti contemporaneamente, con obbligo di indossare la mascherina. Il cortile rimarrà aperto tutti i giorni, dalle 11 alle 17, e all’esterno il servizio di vigilanza contingenterà gli ingressi, fornendo ai visitatori le indicazioni sui comportamenti da seguire.

Il sindaco Sboarina e l'ass. Briani sul celebre balcone-2

«La settimana scorsa abbiamo aperto il cortile – ha detto il sindaco Federico Sboarina – oggi la Casa dando così ai tanti innamorati la possibilità di accedere al balcone. Anche oggi, come sabato scorso, c’è una coda consistente di turisti e questo è un bel segnale. È la risposta migliore alla promozione che stiamo facendo di Verona attraverso molti canali. La nota positiva è che la città comincia a ripopolarsi: lo vediamo dai dati degli ingressi in Arena, qui alla Casa di Giulietta e dai numeri delle presenza in città. Stiamo procedendo alla riapertura di tutti i luoghi di interesse nonostante la gestione non sia banale, visto che dobbiamo definire appositi protocolli per l’accesso ad ogni museo. Ma lo facciamo perché Verona è questa, con tante cose da vedere e i turisti che arrivano e hanno voglia di visitarla. Per questo stiamo lavorando senza sosta, con l’auspicio che quella che sta arrivando sia un’estate il più normale possibile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«È un grande sforzo quello che sta facendo l’Amministrazione comunale – ha detto l’assessore alla Cultura Francesca Briani – però pensiamo che ripartire dai luoghi della cultura, come la Casa di Giulietta, l’Arena e le biblioteche sia strategico per Verona. I numeri degli ingressi dei nostri monumenti rappresentano un segnale di ripartenza molto positivo: anche oggi in città c’è parecchia gente, le visite guidate che abbiamo riavviato da ieri sono state un grande successo e questo non può che farci piacere. Ricordo che anche per questo sito i protocolli sono stringenti, perciò il consiglio è quello di prenotare l’ingresso alla Casa di Giulietta acquistando il biglietto on line per evitare assembramenti e inutili code, soprattutto in vista di un ulteriore aumento delle presenze turistiche in città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

  • Maxievasione fiscale: sequestrati denaro e beni per 1,4 milioni di euro

  • Filobus a Verona. «Ma quale ultimatum? Cantieri prorogati fino a fine anno»

  • Simone Padoan miglior pizzaiolo d’Italia e I Tigli terza miglior pizzeria

  • Ulss 9 Scaligera e Covid-19: origine e zona degli ultimi 39 casi registrati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento