Giovedì, 21 Ottobre 2021
Attualità Legnago / Via Carlo Gianella

Uil Verona chiede di riaprire il reparto di riabilitazione dell'ospedale di Legnago

Marco Bognin (Uil Fpl Verona) ed il coordinatore provinciale Uil Stefano Gottardi: «Questo servizio serve per i reparti di rianimazione, quindi sarebbe necessario soprattutto in ospedali con un bacino territoriale come quello legnaghese»

«Abbiamo inviato una richiesta all'Ulss 9 Scaligera per riaprire il reparto di riabilitazione dell'ospedale di Legnago». Ad annunciarlo sono stati il segretario organizzativo di Uil Fpl Verona Marco Bognin ed il coordinatore provinciale Uil Stefano Gottardi, dopo aver ricevuto segnalazioni da parte di lavoratori, cittadini e anche da alcuni sindaci.

A causa dell'emergenza Covid, il servizio di riabilitazione intensiva è stato sospeso al Mater Salutis e tutta l'attività riabilitativa è stata accentrata a Bovolone. L'ospedale di Legnago non è stato l'unico ad operare questa sospensione, ma se in altre aree del Veronese, come Marzana e Bussolengo, la riabilitazione intensiva è ripresa, a Legnago è ancora tutto fermo. «Questo servizio serve per i reparti di rianimazione, quindi sarebbe necessario soprattutto in ospedali con un bacino territoriale come quello legnaghese, dove c'è la necessità per pazienti con un quadro instabile, perché tracheotomizzati o bisognosi di un monitoraggio più specifico, i quali attualmente sono costretti ad attendere che si liberino posti in altre strutture», hanno spiegato Bognin e Gottardi, chiedendo la riattivazione di un servizio importante, soprattutto perché la riabilitazione è fondamentale nelle prime fasi del post-acuzie. «Ma si lamentano anche i pazienti che devono effettuare la dialisi e che sono presi in cura presso l'ospedale di Legnago, i quali subiscono un forte disagio per il trasporto tre volte la settimana, alla sede di Bovolone per essere sottoporsi alle cure», hanno aggiunto i due sindacalisti della Uil.

«La sensazione che ci sia una riduzione delle attività al Mater Salutis diventa effettiva quando iniziano a mancare alcuni servizi - hanno concluso Gottardi e Bognin - siamo convinti che sia necessario un potenziamento della struttura per coprire un vasto territorio che rischia un arretramento del sistema sanitario territoriale».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uil Verona chiede di riaprire il reparto di riabilitazione dell'ospedale di Legnago

VeronaSera è in caricamento