Attualità Università / Via San Francesco

Università ed obbligo green pass, la dichiarazione congiunta dei rettori dei quattro atenei del Veneto 

Per i quattro rettori la nuova misura costituisce «un forte invito a vaccinarsi» e, aggiungono, «aderiamo convintamente a questo invito»

Dopo l'approvazione del nuovo decreto-legge di ieri, giovedì 5 agosto, con il quale tra le altre cose il governo introduce l'obbligo di detenere il green pass per il personale scolastico ed universitario, ma anche per gli stessi studenti universitari, a partire dal prossimo 1 settembre 2021, è giunta la reazione dei quattro rettori delle università venete. In una dichiarazione congiunta dei rettori dei quattro atenei, infatti, si legge che «l'introduzione del green pass per il personale universitario e per studentesse e studenti delle università, annunciata dal presidente del Consiglio dei ministri, costituisce un forte invito a vaccinarsi e tornare così a frequentare l'università in presenza e in sicurezza».  

Dall'1 settembre studenti in università solo con il green pass, obbligo anche per personale scolastico e trasporti

Gli stessi rettori delle università venete proseguono spiegando che «da parte nostra, aderiamo convintamente a questo invito, facendolo nostro: il ritorno all'università in presenza, come luogo di scambio e confronto fra studentesse, studenti e docenti, è un valore insostituibile e rappresenta l'essenza stessa dell'università. Come atenei veneti, - proseguono i rettori - siamo pronti a riaprire le nostre aule e i nostri spazi a piena capienza, restituendo la pienezza della vita universitaria ed il contatto continuo e ampio tra docenti e studentesse e studenti, nel rispetto di tutte le norme di sicurezza». 

Inizia l'era del green pass: dove è obbligatorio dal 6 agosto, chi e come deve controllare e quali le sanzioni

Nella nota congiunta dei rettori Rosario RizzutoAlberto FerlengaTiziana Lippiello e Pierfrancesco Nocini, infine si legge: «Al tempo stesso, abbiamo predisposto una serie di misure e di servizi validi per l'intera durata del percorso formativo, anche al di là dell'emergenza sanitaria, e dedicati ad alcune specifiche categorie di studentesse e studenti impossibilitati a frequentare le lezioni. In questo anno e mezzo i nostri quattro atenei hanno dimostrato di saper affrontare e contenere la diffusione della pandemia con un'alta percentuale di personale vaccinato, docente e tecnico-amministrativo, con pochi e isolati casi di contagio e nessun focolaio. Ora siamo pronti per questa ripartenza, - concludono i rettori - e aspettiamo con entusiasmo di poter accogliere studentesse e studenti a settembre».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università ed obbligo green pass, la dichiarazione congiunta dei rettori dei quattro atenei del Veneto 

VeronaSera è in caricamento