Inquinamento da Pfas, colpe non accertate e la Miteni non paga

Respinta la richiesta della Regione Veneto di farsi risarcire quasi cinque milioni di euro spesi per l'emergenza. Pronta l'opposizione dell'avvocatura regionale

Foto di repertorio

Sulla contaminazione da Pfas delle acque venete, la giustizia ordinaria non ha (ancora) riconosciuto le colpe dell'azienda Miteni. Per questo non è stata accettata la richiesta della Regione Veneto di essere ammessa al passivo del fallimento per quasi cinque miilioni di euro per le spese sostenute dall'ente regionale a seguito dell'inquinamento. Una decisione contro cui la Regione Veneto è pronta ad opporsi, mentre per l'azienda di Trissino si avvicina il cambio di proprietà, dopo il fallimento dichiarato a fine 2018.

Con un atto attualmente in corso di istruttoria e di redazione - ha spiegato l'avvocatura regionale - la Regione Veneto sta predisponendo l'opposizione al provvedimento con cui la sezione fallimentare del Tribunale di Vicenza ha in parte escluso le richieste di riconoscimento nel passivo della Miteni delle spese sostenute dalla Regione in relazione all'inquinamento ambientale causato dai Pfas prodotti nello stabilimento di Trissino.

La motivazione del rifiuto da parte del tribunale vicentino è il mancato riconoscimento del nesso di causalità tra l'attività della Miteni e l'inquinimento. Un nesso che non è stato riconosciuto da nessun tribunale, ma che la Regione Veneto intende dimostrare con la sua opposizione. «La Miteni in anni recenti ha concorso, con le precedenti proprietà dell'impianto, a creare l'inquinamento dell'area e della falda idrica sottostante», ha dichiarato l'avvocatura regionale.

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Must have moda estate 2019: i consigli dell'esperto

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • I 7 "must have" dell'estate 2019

I più letti della settimana

  • Strano viavai da un bar, scatta il blitz: trovata della cocaina, 46enne arrestata

  • Si guasta l'auto e viene investito: un morto e un ferito a Verona dopo l'incidente sulla T4-T9

  • Shopping a prezzi ribassati, arrivano i saldi estivi: quando iniziano a Verona e consigli utili

  • In Veneto ci sono 73.812 inadempienti all'obbligo vaccinale, Burioni: «Terrorizzante»

  • Bimba in Rianimazione a Verona dopo infezione da tetano: «Condizioni stazionarie»

  • Bimba non vaccinata in rianimazione a Borgo Trento, duro Burioni: «Antivaccinisti somari»

Torna su
VeronaSera è in caricamento