Domenica, 16 Maggio 2021
Attualità

Il sindaco Quarella assicura: «Nessuna emergenza Pfas a Pescantina»

Quarella ha rassicurato i suoi cittadini. Nei due pozzi segnalati, la presenza di Pfas sarebbe al di sotto dei limiti imposti dalla Regione. E l'acqua che scende dai rubinetti non ha livelli di Pfas rilevabili

Foto generica di repertorio

Nessuna emergenza Pfas a Pescantina. A chiarirlo è stato lo stesso sindaco del comune veronese, Davide Quarella, a TgVerona, dopo la notizia della contaminazione di un pozzo vicino alla discarica di Ca' Filissine e della ventilata ipotesi di chiusura di altri due pozzi sempre a causa dell'inquinamento da sostanze perfluoro-alchiliche, le cosiddette Pfas.

Quarella ha rassicurato i suoi cittadini. Nei due pozzi segnalati, la presenza di Pfas sarebbe al di sotto dei limiti imposti dalla Regione Veneto. Inoltre, l'acqua che scende dai rubinetti non ha livelli di Pfas rilevabili.
I dati forniti sull'acqua del pozzo contaminato mostrerebbero, però, dei valori di Pfas vicini al limite e per questo la portata di acqua erogata da quell'impianto è stata ridotta all'1%, tenendo comunque sempre sotto controllo i suoi parametri.
L'eventuale chiusura di altri due pozzi potrebbe, infine, giungere solo dopo la realizzazione di due collegamenti, un tra Pescantina e Bussolengo e l'altro tra Pescantina e Verona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco Quarella assicura: «Nessuna emergenza Pfas a Pescantina»

VeronaSera è in caricamento