Punto di primo intervento di Bovolone trasformato in punto tamponi

L'attività del punto di primo intervento viene sospesa in via del tutto temporanea ed il personale sarà spostato all'ospedale di Legnago, dove saranno attivati 11 nuovi posti letto per pazienti Covid

Punto di primo intervento di Bovolone

L'Ulss 9 Scaligera ha intenzione di aprire un nuovo luogo dove effettuare i tamponi per la verifica della positività al coronavirus. Il paese scelto per rendere più capillare la rete è quello di Bovolone, dove i tamponi saranno effettuati nel punto di primo intervento. E quindi, dal pomeriggio di oggi, 1 novembre, l'attività del punto di primo intervento di Bovolone viene sospesa in via del tutto temporanea. Il personale del punto di primo intervento sarà spostato all'ospedale Mater Salutis di Legnago, dove da domani saranno attivati 11 nuovi posti letto per pazienti Covid. «Le attività del punto di primo intervento di Bovolone riprenderanno non appena sarà superato lo stato di emergenza», hanno fatto sapere dall'Ulss.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento