Attualità Via Campo Sportivo

Calcio di Terza Categoria, pugno ad un arbitro: quattro anni di squalifica

Il giocatore del Rivoli Clirim Krasniqi, quasi allo scadere della partita con il Borgo Trento, ha colpito alla gola il direttore di gara Michele Bragantini, rimasto poi in ospedale per due giorni

Azione di gioco del Rivoli (Fonte foto: Facebook - Rivoli Usd 1964)

È giunta a dieci giorni dai fatti, in modo tale che il giudice sportivo potesse raccogliere tutte le documentazioni necessarie, ma mercoledì scorso, 14 novembre, è giunta la sentenza dell'avvocato Michela Franchi. Quattro anni di squalifica al giocatore Clirim Krasniqi, 700 euro di multa alla società calcistica di Rivoli, l'inizibizione fino al prossimo mese di aprile per l'addetto all'arbitro Maicol Tinelli e due giornate di squalifica per il capitano del Rivoli Zakaria Horra.

I fatti che hanno portato a questa decisione dura da parte del giudice sportivo sono accaduti lo scorso 4 novembre, durante la partita di calcio di Terza Categoria tra il Rivoli 1964 e il Borgo Trento 1977. In pieno recupero, a pochi minuti dal fischio finale, l'arbitro Michele Bragantini stava annotando qualcosa sul suo taccuino quando il giocatore Clirim Krasniqi lo ha colpito con un pugno alla gola. Il direttore di gara, sbilanciato, ha sbattuto la testa contro un palo della recinzione del campo ed è rimasto a terra per circa 25 minuti prima dell'arrivo dei soccorsi e delle forze dell'ordine. Nel frattempo, l'arbitro ha dichiarato di non avere avuto soccorso da parte dei tesserati del Rivoli, ma solo da quelli del Borgo Trento.
Michele Bragantini è stato poi trasportato all'ospedale di Negrar, dove è rimasto per due giorni. È stato dimesso con una prognosi di 25 giorni per un trauma al collo con lesione della cartilagine tiroidea della laringe.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio di Terza Categoria, pugno ad un arbitro: quattro anni di squalifica

VeronaSera è in caricamento