Martedì, 18 Maggio 2021
Attualità

Protezione Civile. Cinque nuovi gruppi veronesi nel sistema regionale

In tutto, si tratta di circa 80 volontari pronti a operare nelle emergenze e, grazie alla presenza dell’associazione cinofila, anche nuovi cani per la ricerca dispersi

La Protezione Civile all'opera

Sono stati pubblicati i decreti della Regione del Veneto sull’iscrizione dei cinque nuovi gruppi di protezione civile del territorio scaligero che verranno coordinati dall’unita operativa della Provincia di Verona: il gruppo Comunale di Povegliano Veronese, Pro.Civi.Co.S di Verona, l’associazione cinofila Diade, l’associazione di Selva di Progno e l’associazione Radio Emergenze del Basso Veronese. In tutto circa 80 volontari pronti a operare nelle emergenze e, grazie alla presenza dell’associazione cinofila, anche nuovi cani per la ricerca dispersi.
Per iscriversi i gruppi hanno creato due squadre operative e hanno affiancato per due anni altre associazioni già presenti nel sistema regionale. Ora i volontari potranno partecipare a interventi anche fuori dai confini comunali. Come nel caso dei gruppi veronesi che a fine luglio saranno nel vicentino, ad Arsiero e a Tonezza del Cimone, per la sistemazione dei sentieri turistici e della viabilità silvo-pastorale resa inagibile o pericolosa dalla tempesta Vaia di fine ottobre dello scorso anno. Saliranno in territorio vicentino i gruppi comunali di San Pietro in Cariano e Fumane e le associazioni di Badia Calavena, Sommacampagna, San Giovanni Ilarione, il Nucleo Lupatotino e la squadra volontari di Castelnuovo del Garda. Circa 70 persone impegnate soprattutto nella rimozione di alberi caduti, nel ripristino della segnaletica, nella sistemazione di muretti a secco e canali di scolo delle strade e dei sentieri. I volontari – diretti dagli uffici tecnici degli enti locali in zona e coordinati dall’unita operativa della Provincia di Verona e dalla Regione – dormiranno nelle strutture messe a disposizione dai Comuni. All’operazione potrebbero partecipare altri gruppi che stanno aderendo in questi giorni.

«Il Veronese è terra di persone solidali e la nuova iscrizione di cinque gruppi di protezione civile nel sistema regionale ne è l’ennesima prova – afferma il Consigliere Provinciale con delega alla protezione civile, Albertina Bighelli –. Persone straordinarie, che recentemente hanno dimostrato la loro professionalità in occasione della piena dell’Adige o dell’inquinamento del Guà e che a fine luglio, mentre tanti saranno in vacanza, andranno nel vicentino per dare una mano ai comuni colpiti dalla terribile tempesta dello scorso autunno».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione Civile. Cinque nuovi gruppi veronesi nel sistema regionale

VeronaSera è in caricamento