Promosso a dirigente superiore della polizia di Stato il vice questore di Verona Maggese

Una promozione importante per il vicario del questore di Verona

A centro il Dott. Giuseppe Maggese

L’attuale Vice Questore Vicario della Questura di Verona, è stato promosso, lo scorso 6 maggio, Dirigente Superiore della Polizia di Stato. Il Dott. Giuseppe Maggese è nato a San Pietro in Casale (Bologna) il 21 ottobre 1962. Ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bologna. Entrato in Amministrazione il 25 ottobre 1989, è stato assegnato, a seguito del corso di formazione, al Compartimento di Polizia Ferroviaria di Bologna nel cui ambito ha ricoperto diversi incarichi, tra i quali anche quello di docente di materie giuridico-professionali presso il Centro di Addestramento di Polizia Ferroviaria della stessa città.

Nel 2004 è stato inviato, in qualità di responsabile del contingente della Polizia di Stato, in Bosnia-Erzegovina, dove ha preso parte alla missione di peace-keeping denominata EUPM - European Police Mission. Con l’incarico di responsabile dell’unità di controllo interno della missione, presso il quartiere generale in Sarajevo, ha svolto anche l’attività di consulenza per la neocostituita Polizia Bosniaca, occupandosi della redazione del nuovo codice di disciplina del corpo. Rientrato in patria nel 2007, l’anno successivo è stato promosso alla qualifica di Primo Dirigente.

Al termine del relativo corso di formazione, nel gennaio del 2009 è stato inviato alla Questura di Bolzano ove, dapprima, ha ricoperto l’incarico di Dirigente della Divisione di Polizia Amministrativa Sociale e dell’Immigrazione e, in seguito, quello di Dirigente della Divisione di Polizia Anticrimine. Nel gennaio 2011 è stato trasferito alla Questura di Modena dove ha assunto nuovamente l’incarico di Dirigente della Divisione di Polizia Anticrimine. In questa sede, ha avuto modo di affinare la precedente esperienza sotto il profilo dell’ordine pubblico, in particolare per quanto riguarda gli eventi sportivi e il campionato di calcio, essendoci, a quel tempo, due squadre in Serie B: il Modena e il Sassuolo. Il 1° ottobre 2013 è stato promosso alle funzioni di Vicario del Questore di Imperia, sede presso la quale è stato impegnato, dal giugno 2015 fino al suo trasferimento alla Questura di Verona, nell’emergenza dei migranti a Ventimiglia, zona di confine italo-francese. Per tale servizio il Dott. Maggese ha ricevuto l’Encomio Solenne dal Capo della Polizia.

L’esperienza maturata nei vari settori è stata spesa, negli ultimi due anni, a servizio della città scaligera, ove ha ricoperto l’incarico dal 23 aprile 2018. «In attesa che vengano definite la data e la sede del suo prossimo trasferimento, - si legge in una nota della questura scaligera - è doveroso rivolgere al Dott. Maggese un sentito ringraziamento per l’abnegazione dimostrata nel corso del suo mandato nel territorio veronese, per la disponibilità e lo spirito collaborativo, per le sue conoscenze, frutto di un’esperienza trentennale, che, sin da subito, ha voluto mettere a disposizione dei colleghi e a servizio dell’amministrazione della Polizia di Stato».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento