Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità Strada Provinciale 17

San Giovanni Ilarione, a giugno potrebbero arrivare 30 richiedenti asilo

Il sindaco Luciano Marcazzan vorrebbe conoscere più dettagli su questo servizio di accoglienza e coinvolgere i profughi in lavori socialmente utili per ricompensare la collettività

Dal 1 giugno al 31 dicembre nel territorio comunale di San Giovanni Ilarione potrebbero essere accolti 30 richiedenti asilo. Della loro gestione si occuperebbe la cooperativa sociale San Francesco di Bonifacio, la quale ha partecipato al bando per l'affidamento dei cittadini stranieri che richiedono protezione internazionale.

La vicenda era nota da settimane, ma con l'approssimarsi della data anche il sindaco di San Giovanni Ilarione Luciano Marcazzan vorrebbe essere messo a conoscenza dei dettagli di questo servizio di accoglienza gestito nel territorio che amministra. Come lo stesso Marcazzan ha riferito a Paola Dalli Cani de L'Arena, di notizie certe ce ne sono poche. A San Giovanni Ilarione non ci sarebbero luoghi idonei per l'accoglienza di 30 richiedenti asilo, un numero ben superiore al limite indicato dal sistema Sprar di tre profughi ogni mille abitanti. Sistema Sprar a cui, comunque, San Giovanni Ilarione non ha aderito. I profughi verrebbero però sistemati in strutture messe a disposizione da provati e lo stesso Marcazzan ha confermato che nelle settimane scorse c'erano delle persone alla ricerca di immobili da affittare.

Quello che Luciano Marcazzan ha assicurato è che comunque cercherà di coinvolgere i richiedenti asilo in lavori socialmente utili, in modo da poter ricompensare la comunità che li ha accolti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Giovanni Ilarione, a giugno potrebbero arrivare 30 richiedenti asilo

VeronaSera è in caricamento