La "Pro Loco veronese" torna ad essere operativa in attesa del Gran Galà di maggio

«Finalmente la Pro Loco torna operativa. - ha detto l’assessore scaligero al Decentramento Marco Padovani - Un’associazione davvero importante per valorizzare tutte le zone del territorio comunale, ma anche uno strumento fondamentale per l’amministrazione»

Pro loco Verona - fonte foto Facebook Pro Loco Verona

Il Gran Galà che in passato si svolgeva in centro storico, da quest’anno si sposta nei quartieri. Già due le date in programma, il 18 maggio in piazza del Popolo a San Michele e il 24 maggio a Porta Vescovo, in piazza Santa Toscana. La delocalizzazione è il primo risultato della nuova Pro Loco veronese, ricostituitasi da poco con un nuovo direttivo e di nuovo in pista dopo alcuni anni di inattività.

Uno strumento a supporto dell’amministrazione comunale in tema di valorizzazione del territorio e in particolare dei quartieri, per renderli più vivi e partecipati dai residenti. Cultura, enogastronomia, sport, musica e spettacoli. Questi gli ingredienti del ricco programma che da maggio a ottobre porterà eventi ed iniziative in tutte le piazze del territorio, con maggiore attenzione a quelle più lontane dal centro storico. Gli obiettivi della Pro Loco veronese sono stati illustrati oggi dall’assessore al Decentramento, che ha anche presentato il nuovo direttivo, formato dal presidente e otto membri, tra cui tre consiglieri comunali.

«Finalmente la Pro Loco torna operativa. - ha detto l’assessore al Decentramento Marco Padovani - Un’associazione davvero importante per valorizzare tutte le zone del territorio comunale, ma anche uno strumento fondamentale per l’amministrazione, impegnata nel delocalizzare eventi e manifestazioni dal centro ai quartieri. La loro organizzazione è diventata negli ultimi anni sempre più complessa, con misure di sicurezza e costi non sempre sostenibili dalle singole associazioni. La Pro Loco offrirà un importante aiuto anche in questo, diventando un punto di riferimento per le realtà locali e tenendo un filo diretto con il Comune. Tra il nuovo direttivo si percepisce molto entusiasmo e voglia di fare, di sicuro un buon punto di partenza».

Tra i propositi dell’associazione, anche la realizzazione di eventi in collaborazione con i commercianti locali e la valorizzazione di alcuni luoghi storici e monumenti dei quartieri, a cominciare dalle Porte monumentali come Porta Vescovo e Porta Palio. Il nuovo presidente dell’associazione è Marco Rigo. Fanno parte del direttivo i consiglieri comunali Daniele Perbellini, Paolo Meloni e Laura Bocchi, insieme a Irene Righetti, Gianluca Arcadici, Cristian Casagrande, Claudio Tomazzoli e Massimiliano Graziani. La Pro Loco ha attualmente sede in Zai, in via Adriano Garbin. È attiva la pagina facebook dedicata, mentre a breve sarà ultimato il sito dell’associazione.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • La clinica San Francesco riconosciuta dalla regione Veneto come “struttura di riferimento per la chirurgia robotica ortopedica”

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento