Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Primo giorno di scuola, Sboarina: "Siate curiosi di apprendere e conoscere"

E assieme agli auguri del sindaco, arrivano anche i consigli della polizia municipale di Verona. Verranno intensificati i controlli contro l'uso del cellulare alla guida e la sosta selvaggia

Anticipato dai tanti problemi che come ogni anno affliggono il mondo della scuola, domani, 12 settembre, inizierà l'anno scolastico 2018/2019. Più di 110mila studenti veronesi torneranno e siederanno per la prima volta nei banchi delle oltre 5mila classi. Il numero degli studenti è leggermente inferiore rispetto all'anno scorso. Cresce invece il numero degli studenti disabili, a cui però non è corrisposta un'adeguato aumento dei professori a loro dedicati. E ai problemi locali della scuola veronese, si aggiungono quelli nazionali, legati al caos vaccini e all'incognita delle maestre abilitate ad insegnare solo con il diploma magistrale, titolo non più sufficente secondo una sentenza del Consiglio di Stato. Per queste maestre bisogna attendere l'esito del ricorso, mentre per i vaccini saranno valide le autocertificazioni.

Ma nonostante tutto, la scuola ripartirà e a tutti gli studenti il sindaco di Verona Federico Sboarina ha inviato il suo augurio.

Cari ragazzi un po' vi invidio - ha scritto Sboarina - Ho dei ricordi bellissimi del mio primo giorno di scuola e anche degli anni successivi. Certo, il percorso scolastico non è sempre facile, a volte presenta ostacoli, ma ci sono anche gioie e soddisfazioni. Fatiche, sacrifici e sconfitte: sappiate che ne vale sempre la pena. Da qua ai prossimi anni vi attendono tante cose preziose. Mi raccomando siate curiosi di apprendere e conoscere. Il sapere è apertura al mondo e allo stesso tempo porta d'accesso per la crescita della nostra società. Se un giorno saprete mettere a frutto insegnamenti e conoscenze, oltre che talenti e sensibilità, sarà a vantaggio di tutta la comunità che oggi vi sostiene. Da sindaco continuerò a lavorare al meglio perché la Verona di domani sia in grado di dare riscontro alle vostre esigenze. A tutti gli insegnanti, ai dirigenti scolastici e al personale amministrativo, tecnico e ausiliario un grazie per il lavoro, spesso più una vera e propria vocazione, che con tanta dedizione portate avanti per amore dei nostri ragazzi.

In una ventina di scuole, studenti, genitori e insegnanti troveranno palestre più belle, bagni nuovi, pavimenti più sicuri, aule rifatte, strutture e impianti adeguati alle normative per la prevenzione incendi. Durante l'estate, infatti, sono stati effettuati interventi per quasi un milione e mezzo di euro.

E assieme agli auguri del sindaco, arrivano anche i consigli della polizia municipale per la viabilità. Gli agenti fanno sapere che verranno intensificati i controlli contro l'uso del cellulare alla guida, la sosta selvaggia e il parcheggio in doppia e tripla fila. Saranno inoltre presidiate le corsie preferenziali riservate ai bus, sanzionando anche i ciclisti che le percorrono. Si ricorda infine che a Veronetta e in Strada Le Grazie domani potrebbero verificarsi dei disagi perché si terranno anche i test universitari.

In occasione della prima campanella, l'assessore all'istruzione Stefano Bertacco, in rappresentanza dell’amministrazione comunale, domani mattina incontrerà gli studenti delle scuole: primaria paritaria Virgo Carmeli, primaria De Amicis, primaria Monsignor Chiot, primaria Nogarola, primaria Rodari e primaria Educandato Statale Agli Angeli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo giorno di scuola, Sboarina: "Siate curiosi di apprendere e conoscere"

VeronaSera è in caricamento