Attualità Centro storico / Piazza Bra

Primavera troppo fredda: a Verona riscaldamento acceso fino al 2 maggio

Temperature sotto la media, firmata proroga del periodo per l'accensione del riscaldamento

Termosifone

Termosifoni accesi fino al 2 maggio. Il sindaco ha firmato oggi l'ulteriore proroga del periodo di accensione del riscaldamento, a fronte delle previsioni meteo che per la settimana prossima annunciano  temperature minime ampiamente al di sotto della media stagionale. Nei palazzi e nelle abitazioni sarà quindi  possibile mantenere accesi gli impianti di riscaldamento per un'altra settimana. 

La Regione e quindi il territorio comunale, per effetto di una depressione in spostamento dall'Europa settentrionale verso la Russia, continua ad essere infatti interessata da correnti fredde che provocano instabilità e variabilità delle condizioni meteorologiche, con temperature che rimarranno al di sotto della norma.

Pertanto, per garantire idonee temperature nelle abitazioni, fino al 2 maggio, per 7 ore giornaliere, resta consentita la funzione degli impianti di riscaldamento. In base alle nuove limitazioni invernali antismog è fatto obbligo di mantenere la temperatura massima a 19 gradi in abitazioni e uffici e a 17 gradi all’interno degli edifici industriali e artigianali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primavera troppo fredda: a Verona riscaldamento acceso fino al 2 maggio

VeronaSera è in caricamento