Otto regole per prenotare in sicurezza sul web la casa per le vacanze

A stilare la lista è stata la Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito: «Occorre prestare particolare attenzione agli annunci e verificare attentamente se dietro un’allettante proposta si nascondano insidie e inganni»

Immagine generica

Per gli italiani quella del 2020 sarà un'estate diversa dalle altre: dopo il periodo di lockdown la voglia di andare in vacanza è anche più forte, ma occorre farlo sempre in sicurezza, in primis dal punto di vista della salute. Ecco, allora, che la casa vacanza, indipendente e facilmente raggiungibile con mezzi propri, diventa un’alternativa valida per molti. Questa tendenza accende anche i riflettori sull'importanza di agire in sicurezza sul web, fin dal momento della ricerca e della prenotazione, per garantirsi un’estate serena e sicura da tutti i punti di vista, senza brutte soprese. 

Un tema molto caro alla Polizia Postale e delle Comunicazioni, UNC (Unione Nazionale Consumatori) e Subito, che anche per quest'anno rinnovano la propria collaborazione e impegno nei confronti dei consumatori, offrendo un supporto concreto per scegliere la propria casa vacanza in sicurezza, con poche e semplici regole da applicare in fase di ricerca e prenotazione dell’alloggio prescelto.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ogni giorno assiste i cittadini sulla sicurezza in rete, aiutandoli a individuare e limitare possibili rischi. L’utilizzo del web per la ricerca delle proprie vacanze è ormai una realtà consolidata e una grande opportunità, per questo le forze dell'ordine vogliono essere accanto agli italiani con un’azione congiunta con chi tutela gli interessi dei consumatori e con il marketplace leader in Italia, proprio in questo momento di picco delle prenotazioni, in vista della stagione estiva.

«Il web è una indispensabile vetrina per ricercare proposte che siano in grado di soddisfare i propri desideri di trascorrere una meritata vacanza in qualche famosa località del Veneto – afferma il Dr. Russo, Dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per il Veneto – ma occorre prestare particolare attenzione agli annunci e verificare attentamente se dietro un’allettante proposta si nascondano insidie e inganni».

Ed ecco la guida di 8 regole per programmare e vivere una vacanza in sicurezza realizzata da Polizia Postale e delle Comunicazioni, Unione Nazionale Consumatori e Subito:

  1. Immagini realistiche, complete e non troppo patinate - Per verificare la coerenza e la veridicità tra immagini e case, utilizzare un motore di ricerca web di immagini su cui caricare le foto presenti nell’annuncio e controllare che non si tratti di foto da repertorio, ma di scatti di una casa reale;
  2. Descrizione completa e dettagliata dell'immobile - Per capire se l’immobile e la zona (distanza dal mare, posizione centrale…) corrispondono alla descrizione fatta nell’annuncio, cercare la strada indicata sulle mappe disponibili nel web e, una volta trovato il luogo esatto, visualizzarlo tramite satellite;
  3. Contatare l'inserzionista via chat - Per conferme ulteriori, prendere contatto con l'inserzionista tramite la chat della piattaforma, chiedere informazioni e foto aggiuntive sull'immobile e approfondire con una chiacchierata chiedendo il numero di telefono, possibilmente fisso;
  4. Prezzo dell'immobile adeguato - Per capire se un prezzo è alto, basso o adeguato è opportuno fare una ricerca sulla zona tramite la piattaforma in cui è presente l’annuncio, utilizzando anche un motore di ricerca e controllando se il prezzo non è troppo basso e, quindi, effettivamente in linea con la località e la struttura della casa;
  5. Incontro con l'inserzionista - Per verificare che tutto sia regolare, incontrare, ove possibile, l’inserzionista per una visita della casa e per consegnare l’importo dovuto di persona;
  6. Richiesta e valore Caparra - La richiesta di una caparra è legittima, purché non superiore al 20% del totale;
  7. Documenti di identità - Non inviare documenti personali; carta d'identità, patente o passaporto non devono mai essere condivisi in quanto potrebbero essere utilizzati per fini illeciti;
  8. Pagamenti - Effettuare pagamenti solo su IBAN o tramite metodi di pagamento tracciato, l'IBAN bancario deve essere riconducibile a un conto corrente italiano che è possibile verificare tramite strumenti come IBAN calculator.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento