Premio Scrivere per Amore 2019, vince la danese Anne Cathrine Bomann

Il suo «L'ora di Agathe», edito da Iperborea, ha convinto la giuria che nelle motivazioni spiega: «Bomann racconta le persone che ci sorprendiamo a diventare quando qualcuno si affaccia inatteso nella nostra vita»

Anne Cathrine Bomann

È andato alla scrittrice e poetessa danese Anne Cathrine Bomann, per L'ora di Agathe (Iperborea) il premio letterario internazionale Crédit Agricole FriulAdria «Scrivere per Amore», promosso a Verona per celebrare la scrittura che racconta il legame amoroso.

«La scrittura semplice ma profonda di Anne Cathrine Bomann trasporta il lettore nell'intimità dei personaggi, senza mai perdere di vista le loro contraddizioni e le loro fragilità - spiegano le motivazioni della giuria, presieduta dalla scrittrice Michela Marzano - Anne Cathrine Bomann racconta le persone che ci sorprendiamo a diventare quando qualcuno si affaccia inatteso nella nostra vita. Racconta un incontro improbabile e unico, in cui la verità soggettiva emerge nel momento in cui, venute vie le maschere e la finzione, ognuno impara a guardare se stesso e a riconoscersi: condizioni necessarie per l’emergere dell’amore».

Classe 1983, Anne Cathrine Bomann vive a Copenaghen ed è al suo romanzo d’esordio. L'ora di Agathe è stato un caso editoriale alla London Book Fair, che ha lanciato il libro tradotto poi in quindici Paesi. Un plot a tinte autobiografiche ha ispirato l'opera: l'autrice, che è anche una psicologa, ha ambientato la sua vicenda di rinascita nello studio di uno psichiatra a fine carriera, avvicinato per un ciclo di terapia da una giovane donna tedesca, afflitta da grave depressione. La cura innescherà per entrambi un'imprevedibile e taumaturgica educazione sentimentale, un processo inatteso nel segno del cambiamento.

Il premio speciale «Giulio Tamassia» è stato assegnato dalla giuria tecnica allo scrittore Romolo Bugaro per Non c’è stata nessuna battaglia (Marsilio).

Festosa l'atmosfera alla serata di proclamazione e premiazione, tenutasi ieri, 19 ottobre, al Teatro Nuovo di Verona, con un talk show che ha messo a confronto gli scrittori finalisti (Romolo Bugaro, Stefana Bertola e la vincitrice Bomann) in una conversazione scandita anche dalle letture di brani dai libri, a cura di Rossana Valier e Paolo Valerio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento