Poste Italiane. Un nuovo sportello automatico per migliorare il servizio

L'8 gennaio sarà inaugurato il postamat dell'ufficio di Selva di Progno. «Sono segnali fondamentali che ci fanno sentire più forti e che ci stimolano a portare avanti quotidianamente le battaglie importanti per la nostra gente», ha detto il sindaco Cappelletti

Immagine generica

Sarà inaugurato mercoledì 8 gennaio, il primo sportello automatico ATM Postamat dell’ufficio postale di Selva di Progno, in piazza IV novembre. Disponibile sette giorni su sette ed in funzione 24 ore su 24, il Postamat consentirà di effettuare operazioni di prelievo di denaro contante, interrogazioni su saldo e lista dei movimenti, ricariche telefoniche e di carte Postepay, accanto al pagamento delle principali utenze e dei bollettini di conto corrente postale. Alla presentazione del servizio saranno presenti il sindaco di Selva Marco Antonio Cappelletti, il direttore della filiale di Verona di Poste Italiane Fabrizio Festa ed il responsabile Relazioni Istituzionali Nord Est Marco Giannelli Savastano.

L’installazione a Selva di Progno è parte del programma di “impegni” per i Comuni italiani con meno di 5.000 abitanti ribadito dall’Amministratore Delegato, Matteo Del Fante, in occasione della seconda edizione dell’incontro con i “Sindaci d’Italia” del 28 ottobre 2019 a Roma, ed è coerente con la presenza capillare di Poste Italiane sul territorio e con l’attenzione che l’azienda vuole riservare alle comunità locali e alle aree meno densamente popolate (l’effettiva realizzazione di tali impegni è consultabile sul nuovo portale web).

«A nome di tutta la Comunità - commenta il sindaco di Selva di Progno, Marco Antonio Cappelletti - voglio ringraziare i dirigenti di Poste Italiane per la collaborazione e per aver creduto nell'investimento sui piccoli Comuni con questo progetto che è nato dal meeting Sindaci d'italia. Voglio inoltre ringraziare la parrocchia ed in particolar modo il nostro sacerdote, Fra' Pachera, per aver concesso lo spazio dove verrà installato Postamat. Tutto questo dimostra che raggiungere gli obiettivi nei piccoli comuni è difficile ma non impossibile. Sono segnali fondamentali che ci fanno sentire più forti e che ci stimolano a portare avanti quotidianamente le battaglie importanti per la nostra gente. La montagna vive solo se i servizi rimangono sul territorio e l'inaugurazione di domani rappresenta un atto che dona vitalità a tutti noi».

Il nuovo ATM Postamat di ultima generazione (e dotato di moderni impianti di videosorveglianza) può essere utilizzato dai correntisti BancoPosta titolari di carta Postamat-Maestro e dai titolari di carte di credito dei maggiori circuiti internazionali, oltre che dai possessori di carte Postepay. Lo sportello è anche dotato di monitor digitale ad elevata luminosità e di dispositivi di sicurezza innovativi, tra i quali una soluzione anti-skimming capace di prevenire la clonazione di carte di credito e un sistema di macchiatura delle banconote.
L'iniziativa è coerente con i principi ESG sull'ambiente, il sociale e il governo di impresa, rispettati dalle aziende socialmente responsabili, che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento