Nuova postazione taxi per la stazione di Porta Vescovo: «Nuovo servizio per tutti»

Sei stalli dedicati sono stati posti all'ingresso dello scalo ferroviario di Verona: «In questo periodo l’obiettivo primario è garantire un servizio rapido e soprattutto sicuro, ma guardiamo già al futuro quando gli spostamenti torneranno numerosi»

La nuova postazione Taxi per la stazione di Porta Vescovo, a Verona

Andavano e venivano, senza mai fermarsi. Da oggi, invece, anche la stazione ferroviaria di Porta Vescovo, a Verona, ha la sua postazione riservata ai taxi. Sei stalli, proprio davanti all’ingresso dei binari, dove i mezzi pubblici non di linea sono a disposizione dei pendolari per tutta la giornata. Un servizio di pubblica utilità e, allo stesso tempo, un presidio a tutela della piazza.
Al momento i taxi effettuano orario diurno, ma l’obiettivo post-Covid è quello di garantirne la permanenza anche nelle fasce serali e notturne, in corrispondenza ovviamente con le corse dei treni. L’iniziativa è stata resa possibile grazie ad un accordo di collaborazione tra l’Amministrazione comunale scaligera, che ha predisposto la segnaletica orizzontale e verticale, e l’Unione Radiotaxi di Verona. La nuova postazione, già inserita nei canali satellitari dei tassisti, va ad aggiungersi alle circa venti fermate cittadine.

Giovedì mattina, sul posto, erano presenti gli assessori alla Viabilità Luca Zanotto e al Commercio Nicolò Zavarise, insieme al presidente dell’Unione Radiotaxi Verona Mirco Grigolato e al vicepresidente Roberto Patuzzo.

«Un nuovo servizio per tutti coloro che utilizzano il treno per spostarsi – ha detto Zanotto –, che va nella direzione di migliorare continuamente la qualità del trasporto pubblico. Da oggi, infatti, tutti i fruitori della stazione di Porta Vescovo avranno a disposizione un taxi appena fuori dai binari per raggiungere comodamente casa, università e lavoro. In questo periodo l’obiettivo primario è garantire un servizio rapido e soprattutto sicuro, ma guardiamo già al futuro quando gli spostamenti torneranno numerosi, e quindi la presenza dei taxi potrà essere ampliata su più fasce orarie».

«In un momento come questo, che ha visto un drastico calo delle corse dei taxi a causa dell’emergenza Coronavirus e della riduzione degli spostamenti – ha affermato Zavarise -, una nuova area di sosta permette ai taxi di poter intercettare più clienti, garantendo allo stesso tempo un servizio aggiuntivo per gli utenti, che potranno spostarsi in tutta sicurezza. Grazie alla presenza fisica dei tassisti, inoltre, ci sarà un controllo costante di quello che succede in quest’area. E i cittadini potranno rivolgersi a loro in caso di necessità».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Cosa (si può) fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 gennaio 2021

Torna su
VeronaSera è in caricamento