menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Teatro Romano - Immagine d'archivio

Il Teatro Romano - Immagine d'archivio

Ponte di Ferragosto a Verona: oltre 26 mila visite ai musei in 4 giorni

Il Comune di Verona ha tirato le somme dopo i giorni di festa appena trascorsi, registrando un ottimo afflusso nei principali siti d'interesse cittadini: «Verona è una città dove il turismo non conosce battute d’arresto»

Un ponte di Ferragosto all’insegna della cultura. I musei e monumenti cittadini hanno registrato 500 presenze in più rispetto allo scorso anno. Nelle tre giornate festive, ossia il 15, 17 e 18 agosto, i visitatori sono stati 20.198, rispetto ai 19.693 del 2018. E se si conta anche il venerdì le presenze salgono a oltre 26 mila. A farla da padrone ovviamente la giornata di giovedì con 7.655 ingressi, dei quali 3.412 in Arena e 1.987 alla Casa di Giulietta. Numeri importanti anche negli altri musei. A Castelvecchio, dove è in corso la mostra di arte veronese del periodo animato dalla bottega guidata da Domenico Brusasorzi, si sono staccati 842 biglietti, 148 in più rispetto al 2018. Al Museo degli Affreschi Cavalcaselle 574 ingressi; alla Gam, con Mauro Fiorese, le presenze sono state 421; all’Archeologico al Teatro Romano ben 419.

Gettonatissimo anche il nuovo tour di 90 minuti organizzato dallo Iat di piazza Bra con le guide turistiche autorizzate. Giovedì scorso, dall’ufficio del turismo, sono partite 82 persone, suddivise in più gruppi data l’alta affluenza. I partecipanti erano quasi tutti italiani, 75 infatti i connazionali, la maggior parte veronesi provenienti dalla provincia. Un record da quando è stata avviata l’iniziativa, quattro mesi fa. Le visite guidate si svolgono dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi.

E anche lo Iat è stato preso d’assalto. Oltre 700 le persone che si sono recate all’ufficio per avere informazioni sui tour e i percorsi da fare in città, le mostre e le iniziative in programma. Nella giornata di Ferragosto altissima la presenza di italiani. Tra gli stranieri presenti in città durante il ponte, molti francesi, seguiti da turisti spagnoli, inglesi, tedeschi ed austriaci. Ad affacciarsi allo sportello anche qualche brasiliano e polacco.

«Numeri importanti che parlano di una città in crescita – afferma l’assessore alla Cultura e Turismo Francesca Briani -. Aumentano, infatti, le presenze nei nostri musei e le adesioni alle iniziative che proponiamo per incentivare un turismo attento e consapevole. Nelle gallerie civiche, in tre giorni, abbiamo superato i 20 mila visitatori, se contiamo anche venerdì, si oltrepassano le 26 mila presenze. Verona è una città dove il turismo non conosce battute d’arresto. Continueremo a lavorare soprattutto per incentivare i visitatori, italiani e stranieri, a fermarsi per più giorni e a scoprire le bellezze e i tesori meno noti, al di fuori dell’ansa dell’Adige».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento