rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Nuovi stalli sosta residenti e bando plateatici: «Ci prepariamo all’eventualità che il 31 marzo finisca l’emergenza»

I nuovi criteri del bando plateatici punta ad «incentivare l’attività di bar e ristoranti, tra i più colpiti dalla pandemia»

Un «pacchetto completo, che tiene conto delle esigenze dei commercianti ma anche di quelle dei residenti». Così viene presentato dal Comune di Verona il nuovo bando per l’assegnazione di plateatici messo a punto dall’amministrazione che «punta ad incentivare l’attività di bar e ristoranti, tra i più colpiti dalla pandemia, con la possibilità di allestire lo spazio all’esterno dei locali dal 1° aprile al 6 novembre». All’interno della Ztl  sono 65 gli stalli blu e 41 gli spazi ciclomotori che possono essere richiesti dagli esercenti per prolungare all’esterno la propria attività.

Una volta definita la planimetria dei nuovi plateatici, si provvederà inoltre ad «aumentare il numero di stalli giallo blu nel centro storico, quelli cioè riservati ai residenti e possessori di permesso Ztl». L’indicazione è di circa «una trentina di nuovi spazi auto per i residenti, numero in eccedenza rispetto alla perdita di parcheggi e che verrà definito una volta chiuso il bando quando sarà chiara la collocazione dei plateatici».

Il bando con i nuovi criteri è stato predisposto «in previsione del venire meno, dopo il 31 marzo, dello stato di emergenza legato alla pandemia, e con esso, dell’impossibilità di prorogare le misure straordinarie emesse nei mesi scorsi tra cui quelle relative ai plateatici». Si torna quindi al «regime ordinario», con però l’«importante novità dell’aumento di stalli blu a disposizione per i plateatici e un maggior numero di posti auto riservati ai residenti». 

Il bando

Le istanze si possono presentare da oggi e fino al 28 febbraio compreso. Le domande presentate successivamente saranno valutate dall’apposita Commissione e concesse qualora vi sia ancora disponibilità di spazi. I criteri previsti per l’assegnazione privilegiano le attività completamente prive di spazi esterne, la loro tipologia e quelle che godono di particolari riconoscimenti come le Botteghe Storiche.

Possono essere chiesti stalli collocati fino a 20 metri di distanza dall’ingresso dell’esercizio e non è più obbligatorio che l’area concessa sia visibile dal locale, purchè ne venga garantita la sorveglianza. Tutti i plateatici dovranno essere allestiti in apposite pedane.  Rispetto ai criteri ordinari, in vigore fino al 2019, in Ztl il numero di stalli per la sosta di auto concedibili passa da 45 a 65, quelli dei ciclomotori da 20 a 41.

Stalli sosta residenti

Ulteriori posti auto per i residenti, stimati tra 25 e 30, si andranno ad aggiungere ai nuovi 30 stalli giallo blu realizzati in concomitanza dei plateatici così detti "extra extra large", concessi l’anno scorso come misura straordinaria per far fronte alla crisi legata al Covid. In tutto saranno quindi «una sessantina» gli stalli riservati alla sosta dei residenti in centro che si aggiungono a quelli già presenti. I residenti inoltre continueranno a usufruire della possibilità di parcheggiare con lo stesso permesso anche fuori dalla ztl. 

Zavarise: «Criteri ordinari di assegnazione dei plateatici sugli stalli di sosta, ma con importanti novità»

Il bando e le sue novità sono state illustrate oggi dagli assessori al Commercio Nicolò Zavarise e alla Viabilità Luca Zanotto: «Ci prepariamo all’eventualità che con il 31 marzo finisca l’emergenza sanitaria e con essa venga meno la possibilità di concedere le deroghe permesse con i provvedimenti governativi - ha spiegato Zavarise -. Perciò si torna ai criteri ordinari di assegnazione dei plateatici sugli stalli di sosta, ma con importanti novità. Il nuovo bando è infatti un pacchetto completo di interventi, che tiene conto della necessità di tenere viva la città e continuare a renderla attrattiva per cittadini e turisti, favorendone la ripresa economica post pandemia. Vengono quindi aumentati gli stalli sosta in Ztl in concessione come plateatici, secondo criteri che garantiscono a tutti gli esercizi una porzione di attività all’esterno. Tra le novità, la possibilità di allestire il plateatico fino a 20 metri di distanza dall’ingresso e in deroga ai criteri di sorvegliabilità. Ricordo che il bando riguarda solo i plateatici negli stalli di sosta, per quelli concessi in piazze, strade o marciapiedi verrà predisposto un provvedimento specifico».

«I residenti saranno tutelati con la creazione di nuovi stalli giallo blu riservati allo sosta - ha aggiunto Zanotto -. Aspettiamo lo scadere del bando per esaminare le domande pervenute e soprattutto per disegnare la planimetria del centro storico alla luce dei nuovi plateatici che rimarranno allestiti fino al 6 novembre. Solo allora potremo definire il numero esatto di nuovi stalli giallo blu e soprattutto la loro collocazione, in modo da coprire l’esigenza di tutto il centro storico. Contiamo che la cifra tra 25 e 30 possa rispondere in modo più che soddisfacente».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi stalli sosta residenti e bando plateatici: «Ci prepariamo all’eventualità che il 31 marzo finisca l’emergenza»

VeronaSera è in caricamento