Domenica, 19 Settembre 2021
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Plasma iperimmune: l'Ulss 9 chiede ai guariti dal Covid-19 di donare

Un appello veicolato già nella scorsa primavera nel pieno della “prima ondata” dell’emergenza: «L’occasione è propizia per ringraziare nuovamente tutti quelli che stanno aderendo alla donazione e alla campagna di sensibilizzazione»

L’Azienda Ulss 9 Scaligera rinnova l’invito alle persone guarite dal Covid-19 a donare il proprio sangue a favore della “Banca del Plasma” della Regione Veneto. Un appello, quello alla donazione del plasma iperimmune in grado di inibire l’infezione in soggetti malati, veicolato dall'Ulss 9 già nella scorsa primavera nel pieno della “prima ondata” dell’emergenza Covid-19 e sostenuto da tanti “supporter” famosi del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo che hanno prestato, in amicizia, la propria immagine a sostegno della campagna di sensibilizzazione #donailtuoplasma realizzata dall’ULSS 9: Gerry Calà, Red Canzian, Giobbe Covatta, Roberto Dalla Vecchia, Piero Fanna, Paola Pezzo, Marina Salamon, Sara Simeoni, Gian Antonio Stella, Damiano Tommasi e Mons. Giuseppe Zenti. Un invito rilanciato in questi giorni anche dall'Assessore alla Sanità e Sociale della Regione Veneto, Manuela Lanzarin, sulla propria Facebook. «L’occasione – commenta il Direttore Generale dell’Ulss 9, Pietro Girardi - è propizia per ringraziare nuovamente tutti quelli che stanno aderendo alla donazione e alla campagna di sensibilizzazione».

Prima della donazione è necessaria un’attenta valutazione del donatore, del suo stato clinico e dei suoi esami di laboratorio. Possono donare tutti coloro che abbiano un'età compresa tra i 18 anni e 60 anni e risultino idonei ai normali criteri di idoneità per il donatore di sangue ed emocomponenti, che siano risultati positivi al virus Sars-CoV-2 e abbiano manifestato sintomi correlati alla malattia e che abbiano poi eseguito almeno un tampone molecolare con risultato negativo dopo almeno 10 giorni dalla comparsa dei sintomi e dopo almeno 3 giorni senza sintomi. Inoltre, è idoneo alla donazione solo chi ha contratto il Covid-19 di recente, in quanto l’immunità del sangue decade dopo alcune settimane. Sono esclusi dalla donazione donne in gravidanza, uomini e donne che abbiano ricevuto precedenti trasfusioni e pazienti affetti anche in passato da patologie neoplastiche.

Strutture Trasfusionali della provincia di Verona:

Ospedale di Verona Borgo Trento: tel. 045/8122150, lun-ven, dalle 8 alle 13.

Ospedale di Verona Borgo Roma: tel. 045/8122150, lun-ven, 8 alle 13.

Ospedale di San Bonifacio: tel. 045/6138466, lun-ven, dalle 8 alle 13.

Ospedale di Bussolengo: tel. 045/6712256, lun-ven, dalle 8 alle 13.

Ospedale di Legnago: tel. 0442/622535, lun-ven, dalle 12 alle 13.

Ospedale di Negrar: tel. 045/6013032, lun-ven, dalle 8 alle 11. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Plasma iperimmune: l'Ulss 9 chiede ai guariti dal Covid-19 di donare

VeronaSera è in caricamento