menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ingresso a metà prezzo alle piscine Santini per le famiglie numerose

Dopo 2 anni di assenza, l'iniziativa è stata rilanciata dall'amministrazione comunale: «L’obiettivo è aiutare quei nuclei che non sempre riescono ad andare in vacanza, dando loro l’opportunità di trascorrere qualche giornata o pomeriggio in piscina»

Biglietto a metà prezzo per le famiglie veronesi con 4 o più figli che entrano alle piscine Santini. Per tutta la stagione estiva, infatti, i nuclei numerosi residenti nel Comune di Verona potranno usufruire dello sconto del 50% sulle tariffe per entrare nell’impianto di via Villa, tra i quartieri Pindemonte, Ponte Crencano, Quinzano.

Un’iniziativa promossa dal Comune per andare incontro alle esigenze economiche delle famiglie più numerose, per far sì che possano far quadrare i conti senza rinunciare a portare i figli in piscina. Tanto più se le temperature si mantengono alte per tutta l’estate.

L’impianto comunale Santini, gestito dalla società Sport Management, è l’unico tra quelli del territorio ad aver accolto l’invito dell’Amministrazione ad attuare l’agevolazione. A beneficiarne saranno i nuclei famigliari di tutto il Comune, e non solo quelli della seconda Circoscrizione come avvenuto in passato, purchè muniti dello Stato di famiglia aggiornato.

Lo sconto riguarda sia gli ingressi a giornata intera che per la mezza.

«L’attenzione verso la famiglia e il ruolo centrale che riveste nella società passa anche attraverso queste iniziative – ha detto il sindaco Federico Sboarina -. L’obiettivo è aiutare quelle famiglie con molti figli che non sempre riescono ad andare in vacanza, dando loro l’opportunità di trascorrere qualche giornata o pomeriggio in piscina, il luogo ideale con questo clima torrido. Ringrazio Sport Management per la sensibilità dimostrata, con l’auspicio che sia da esempio per gli altri centri natatori del Comune, per ampliare l’offerta in altri quartieri cittadini».

Insieme al sindaco, in sala Arazzi, erano presenti il consigliere comunale delegato alla Famiglia Rosario Russo, il direttore delle piscine Santini Christian Panzarini con il coordinatore vasca Enrico Cobalchin e il coordinatore provinciale dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose Guido Strepparava.

«L’amministrazione ha scelto di stare accanto alle famiglie che fanno la coraggiosa scelta di avere molti figli – ha aggiunto Russo-, e questa iniziativa ne è un’ulteriore dimostrazione. Siamo il primo capoluogo in Italia ad aver applicato il Fattore famiglia, strumento a supporto delle politiche familiari per garantire maggiori sostegni alle famiglie più numerose o bisognose».

«Gestiamo l’impianto con sensibilità sociale, come ci viene richiesto dal Comune – ha aggiunto il direttore Panzarini -. I prezzi, già calmierati, negli ultimi cinque anni non hanno mai subito variazioni, e prevedono ulteriori sconti per particolari categorie. Chi viene alle Santini trova molto di più delle vasche in cui nuotare. D’estate il biglietto permette l’accesso al grande parco, al campo da calcio e a quello di beach volley, alle attrazioni sull’acqua e al bar all’aperto».

Sport Management abbraccia il sociale anche con altre iniziative, attraverso la Fondazione Cristiano Tosi, istituita di recente. Tra queste, l’inclusione di persone disabili con corsi ad hoc, progetti di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e raccolta fondi a sostegno della ricerca per combattere malattie rare infantili.

«Dopo due anni di ingiustificabile assenza torna finalmente la facilitazione per le famiglie numerose. Una convenzione a costo zero dove a guadagnarci sono tutti i soggetti coinvolti, in primis le famiglie numerose, quelle più in difficoltà nei mesi estivi e, al contempo, quelle che maggiormente contribuiscono alla costruzione del futuro della nostra città», così Filippo Grigolini, presidente di Famiglia è Futuro, ha commentato la notizia.
«Si sono persi due anni per l'inattivitá della seconda Circoscrizione, a guida PD-LISTA TOSI, che aveva tutti gli strumenti già dal 2017 per confermare l’iniziativa ma che per scelta ha preferito farla morire nonostante i numerosi solleciti. Ora il sindaco, prendendo in mano la situazione, ha fatto chiarezza con un atto di giustizia e le famiglie ringraziano».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento