rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Attualità San Zeno / Viale Colonnello Galliano

«La riqualificazione delle piscine Lido è ora definitivamente bloccata»

Sono Partito Democratico e Verona e Sinistra in Comune ad annunciare lo stop al progetto a causa di un «inceppo burocratico»

«Dopo averla sbandierata per anni; data per fatta e promesso una riapertura "a breve" che tuttavia continuava a slittare di anno in anno, la riqualificazione delle piscine Lido è ora definitivamente bloccata a causa di un inceppo burocratico». Così recita la nota firmata dagli esponenti del Partito Democratico Federico Benini (capogruppo comunale), Riccardo Olivieri (segretario Terzo Circolo PD Verona) e Sergio Carollo (capogruppo PD in Terza Circoscrizione), insieme a Michele Bertucco (capogruppo di Verona e Sinistra in Comune) e Marco De Pasquale (consigliere Terza Circoscrizione Sinistra in Comune).
I membri dell'opposizione incalzano l'Amministrazione comunale, che ad aprile aveva annunciato l'interesse di alcune società per la riqualificazione dell'impianto. 
«Manca infatti - proseguono - l’acquisizione di una porzione di terreno relativa alla cinta magistrale dal Demanio al Comune, indispensabile a rendere operativo il project financing predisposto.
La pratica avrebbe dovuto essere perfezionata entro la fine del 2021 ma non lo è stata, anche a causa del perdurare dei lavori nel vicino centro tennis, pertanto non sussistono nemmeno i presupposti per mantenere l’intervento in bilancio».

«Si tratta di una caduta gravissima - spiegano le opposizioni -: i 4 milioni stanziati per la riqualificazione delle Lido derivavano infatti da precedenti avanzi di bilancio che in questo modo rimangono inutilizzati.
Si allontana ancora una volta la data dell’inizio dei lavori e quindi della riapertura che l’assessore Rando aveva annunciato come imminente per tre anni di fila.
Grave che a rendere conto di questa battuta di arresto in commissione non fosse presente nessuno della giunta comunale in grado di rispondere alle domande: l’attuale assessore Spagnol era assente, mentre Bianchini non era informato. Nessuno a prendersi la responsabilità di dire ai cittadini della Terza Circoscrizione che ciò che è stato loro promesso per anni non verrà realizzato. E magari, come spesso pretende dagli altri il Sindaco Sboarina, scusarsi con loro».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La riqualificazione delle piscine Lido è ora definitivamente bloccata»

VeronaSera è in caricamento