In dono dai Comuni veronesi ai cittadini alberi e arbusti autoctoni da piantare nei giardini

"Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana", è il progetto che coinvolge alcuni Comuni scaligeri

 I Comuni di Sommacampagna, Sona, Bussolengo, Valeggio sul Mincio e Villafranca di Verona hanno aderito all’iniziativa della Regione Veneto, in collaborazione con Veneto Agricoltura, "Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana" per donare, ai cittadini che ne fanno richiesta, alberi e arbusti autoctoni da piantare nei propri giardini e terreni. Esaurite le piante prenotabili attraverso il portale della Regione, le Amministrazioni hanno deciso di stanziare una cifra a bilancio per l’acquisto di altre piantine che si possono richiedere contattando i rispettivi uffici ecologia entro il 21 novembre, giornata nazionale degli alberi. Nel gennaio scorso, i capoluoghi veneti hanno fatto registrare livelli record di polveri sottili per diversi giorni consecutivi. I blocchi del traffico, da soli, non bastano a risolvere la situazione: a pochi mesi dal termine del lockdown, i valori sono tornati ad essere nuovamente allarmanti. Un problema, quello dell’inquinamento atmosferico, di non semplice soluzione, rispetto al quale troviamo però, da sempre, come meravigliosi alleati gli alberi.

AssessoriEcologia_Montresor_Maraia_Paon_Merzi_Amantia

Assessori all'Ecologia Montresor, Maraia, Paon, Merzi ed Amantia

«Prendersi cura di una pianta fa star bene e, partecipando a questa iniziativa, migliora la qualità dell’aria del nostro territorio. - dichiara l’Assessore all’Ecologia del Comune di Sommacampagna, Marco Montresor - L’auspicio era che aderissero numerose famiglie perché riteniamo sia un messaggio positivo anche per i bambini: imparare sin da piccoli a comprendere come la salute dell’ambiente dipenda dalle scelte e dalle attenzioni di ciascuno di noi». E così è stato: la cittadinanza ha accolto con entusiasmo l’iniziativa e le piante, messe a disposizione dalla Regione per ogni Comune, sono state tutte prenotate ben prima del termine ultimo fissato per aderire. Un albero di 20 metri ha la capacità di “assorbire”, ogni anno, circa 1000 grammi di PM2.5, il particolato più nocivo per la nostra salute, pertanto «piantumare diffusamente è un investimento per migliorare la qualità di vita nei nostri Comuni», aggiunge Roberto Merzi, Assessore all’Ecologia del Comune di Sona che poi conclude: «Perciò insieme agli Assessori all’Ecologia Montresor di Sommacampagna, Amantia di Bussolengo, Maraia di Villafranca e Paon di Valeggio sul Mincio, abbiamo stabilito che ogni Comune destinasse una cifra a bilancio per mettere a disposizione altre piante a chi ne faccia richiesta entro il prossimo 21 novembre».

Anche a Valeggio sul Mincio sono stati tantissimi i cittadini che hanno risposto a questa iniziativa, esaurendo presto le piante messe a disposizione da Regione Veneto e Veneto Agricoltura perciò «abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di Sommacampagna e degli altri Comuni di allargare l’iniziativa - afferma l’assessore all’ambiente e all’ecologia, Veronica Paon - e abbiamo stanziato una somma che possa garantire una donazione di piante a 300 famiglie, perché siamo convinti, come amministrazione, che ci sia un forte legame tra ambiente e salute. Dopo questi mesi di pandemia abbiamo tutti compreso quanto importante sia il verde. Grazie alla loro presenza sul territorio si riducono i livelli di inquinamento atmosferico e le emissioni di Co2, il rischio idraulico rallentando il deflusso delle acque, il rischio di esondazione e di erosione del suolo, oltre a regolare le acque».

Un progetto che si inserisce nella politica sostenibile del Comune di Villafranca dove «l'iniziativa bella e utile - comunica l'assessore all'ecologia Riccardo Maraia  - sarebbe poca cosa se si esaurisse nel dono della pianta. Come amministrazione abbiamo messo in campo numerose iniziative per favorire lo sviluppo di aree verdi allestite con alberi; primo fra tutti il completamento del Parco del Tione che vedrà la sua realizzazione già il prossimo anno. Inoltre con l'ausilio degli uffici, si stanno identificando aree in cui realizzare barriere arboree e aree boscate. Questo per sostenere uno sviluppo sostenibile dei nostri paesi».

L’indirizzo sostenibile è stato accolto anche dal Comune di Bussolengo: «Come Amministrazione, riteniamo che questa iniziativa abbia una duplice valenza: - afferma l'Assessore Amantia Giovanni e vicesindaco del Comune di Bussolengo - da una parte le piante contribuiscono a migliorare la qualità della vita dei cittadini, dall'altra l'azione del "prendersi cura di un essere vivente" è fondamentale per crescere generazioni responsabili dell'ambiente e del territorio».

Entro il 21 novembre quindi, la richiesta di nuove piantine potrà essere fatta gratuitamente, sino ad esaurimento, seguendo questi tre semplici passi:

  1. Compila il modulo che trovi a questo link sul sito del Comune di Sommacampagna: https://bit.ly/2TNmqqF.
  2. Accedi alla pagina successiva e scegli piante e/o arbusti
  3. Il Comune ti contatterà per il ritiro, indicando giorno, luogo e modalità secondo cui avverrà la distribuzione gratuita delle piante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • Covid, come cambiano le regole a Verona per il Ponte dell'Immacolata

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend da 4 all'8 dicembre 2020

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

Torna su
VeronaSera è in caricamento