rotate-mobile
Attualità

Pausa pranzo nei musei civici di Verona per scoprire un'opera d'arte

Per sei giovedì di incontri, due esperti saranno a disposizione dalle 13.30 alle 14, per divulgare la conoscenza del patrimonio artistico della città in “30 minuti”. Si parte il 18 aprile nella sala Boggian del Museo di Castelvecchio

Bastano “30 minuti per scoprire un’opera con occhi diversi”. Ai musei civici cittadini, dalle 13.30 alle 14, due esperti a disposizione per sei giovedì d’incontri. E’ la nuova iniziativa dei Musei civici veronesi, per divulgare la conoscenza del patrimonio artistico della città in “30 minuti”, durante la pausa pranzo. L’iniziativa è promossa in collaborazione con l’Università di Verona ed il supporto di Agsm.

Si parte giovedì 18 aprile nella sala Boggian del Museo di Castelvecchio. Lo storico dell’arte Gianni Peretti e il bibliotecario conservatore dell’Accademia filarmonica Michele Magnabosco, guideranno il pubblico alla scoperta della “Musica ascoltata e musica dipinta. I pittori filarmonici nella vita accademica”.

Seguiranno gli incontri: il 2 maggio alla sala Scacchi della Galleria d’Arte Moderna, su “I dimenticati: San Giacomo alla tomba nel reportage fotografico di John Phillips e nella documentazione d’archivio”; il 9 maggio nella sala Botanica del Museo di Storia Naturale, con “Rari resti vegetali dalle palafitte raccontano la produzione del cibo nella Preistoria”; il 16 maggio alla GAM, con “Molmenti Pompeo Marino, Pia dei Tolomei condotta in Maremma”; il 23 maggio al Museo di Storia Naturale, con “Collana di conchiglie cauri dell’Etiopia”.
Ultimo appuntamento, giovedì 6 giugno al Museo Archeologico del Teatro Romano, con l’incontro “La tomba romana di Corrubbio”.

Agli incontri gratuiti si accede con il biglietto d’ingresso al museo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pausa pranzo nei musei civici di Verona per scoprire un'opera d'arte

VeronaSera è in caricamento