Patenti in scadenza e revisioni auto: tutte le proroghe e nuove date per l'emergenza

Dalle assicurazioni per i veicoli, alle revisioni ed anche i pagamenti delle multe. Cosa cambia e quali sono tutte le nuove scadenze previste a causa dell'emergenza sanitaria in atto

Revisione auto - foto via BresciaToday

Come evidenziato in una nota dalla polizia di Stato, tra le disposizioni del decreto legge n.18 del 17 marzo 2020 ci sono anche quelle riguardanti la circolazione stradale. In particolare per quanto riguarda «i veicoli che devono essere sottoposti all’accertamento dei requisiti di idoneità alla circolazione, quelli che devono essere sottoposti a visita e prova nonché alla revisione entro il 31 luglio 2020, la scadenza è stata prorogata al 31 ottobre 2020».

Più precisamente, si legge nella nota della polizia di Stato, «tutti coloro che avrebbero dovuto fare la revisione del veicolo dalla data di entrata in vigore del decreto legge fino al 31 luglio, hanno tempo per poterla fare fino al 31 ottobre, mentre per le scadenze previste oltre il 31 luglio la data rimane invariata».

Oltre a ciò, «le patenti in scadenza o scadute dopo il 17 marzo possono essere rinnovate entro il 31 agosto. Della proroga non potrà fruire chi aveva lasciato scadere la patente prima che venisse dichiarata l’emergenza. Inoltre, fino al 31 luglio, il pagamento del premio assicurativo Rc è stato portato a 30 giorni dopo la scadenza della polizza invece dei consueti 15 giorni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, anche per quel che riguarda «le carte di qualificazione per conducenti di mezzi pesanti e i certificati per trasporto di merci pericolose con scadenza dal 23 febbraio al 29 giugno resteranno validi fino al 30 giugno. I certificati di abilitazione per taxi e ambulanze in scadenza dal 31 gennaio al 15 aprile dureranno fino al 15 giugno». Capitolo a parte meritano poi le infrazioni del Codice della strada, queste infatti, sottolinea la polizia di Stato, «si potranno pagare, fino al 31 maggio, con lo sconto del 30% se il pagamento avviene entro trenta giorni dalla contestazione o dalla notifica del verbale». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento