Partono a Pescantina i "Progetti del cuore"

All’Associazione di Volontariato Azaleablu sarà dato un mezzo attrezzato per il trasporto delle persone in condizione di svantaggio

Partono su Pescantina “Progetti del Cuore”, per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito, a cittadini svantaggiati del nostro territorio. Verrà presto fornito un mezzo in comodato d’uso gratuito per una durata di quattro anni, durante i quali il servizio sarà garantito e gestito in maniera integrale: dall’allestimento del mezzo per il trasporto anche ai disabili, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura casco).

A ricevere l’automezzo sarà l’Associazione di Volontariato Azaleablu Onlus, che avrà presto a disposizione un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto dei cittadini in condizioni di svantaggio afferenti all’Associazione stessa. “Il mezzo verrà utilizzato prevalentemente a Verona, con appoggio e rimessaggio a Settimo di Pescantina, presso la sede dell’Associazione – ci spiega il presidente Luca Tressino - La necessità di Azaleablu è quella di avere a disposizione un mezzo per il trasporto degli utenti afferenti all’Associazione, che, per il 90%, non hanno un veicolo loro e non sono quindi del tutto autonomi negli spostamenti. Azaleablu lavora con e per le persone che vivono in condizioni di svantaggio, di qualunque tipo esso sia. L’utenza è totalmente maggiorenne, con età compresa tra i 23 ed i 60 anni. La nostra Associazione già dispone di un mezzo proprio, un pulmino a 9 posti: risulta comunque difficoltoso organizzare il trasporto di quasi 50 utenti con un solo mezzo, per questo Azaleablu, dallo scorso anno, ha sottoscritto un contratto di noleggio per un autoveicolo (5 posti) che permettesse all’Associazione di rispondere meglio alle esigenze dell’utenza. Ne vien da sé che un nuovo mezzo a 9 posti ci permetterebbe di migliorare notevolmente il servizio per i nostri utenti-volontari, nonché di eliminare i costi di noleggio dell’autoveicolo sopra citato”.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito dei “Progetti del Cuore”: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti a Pescantina: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”. Sarà proprio grazie alla partecipazione della attività locali che potrà essere garantita l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende potranno trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, ricevendo in cambio un sicuro riconoscimento da parte della comunità. Proprio in questi giorni la società incaricata “Progetti di Utilità Sociale” si occuperà di informare i titolari della attività economiche sulle caratteristiche dell’iniziativa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

Torna su
VeronaSera è in caricamento