Mille posti gratuiti e navetta per il centro: è oramai pronto il parcheggio della Genovesa

Lo ha annunciato il Comune di Verona. «Mancano solo gli ultimi dettagli, poi sarà a disposizione della città. Quest’area potrà essere raggiunta agevolmente da chi esce dal casello di Verona Sud», ha sottolineato il sindaco Federico Sboarina

L'area del parcheggio scambiatore della Genovesa

In arrivo mille nuovi posti auto a Verona Sud. Sosta gratuita, navetta per il centro e meno auto parcheggiate nei quartieri. Oltre a 200 alberi messi a dimora. Tra qualche settimana sarà concluso il parcheggio scambiatore della Genovesa, vicino al casello autostradale, ad annunciarlo è il Comune di Verona. Un’opera da 4 milioni e 400 mila euro pronta per essere consegnata alla città. Lunedì mattina, il sindaco Federico Sboarina, insieme all’assessore alle Strade e Giardini Marco Padovani e al presidente della Quinta Circoscrizione Raimondo Dilara, si sono recati in sopralluogo per verificare lo stato dei lavori, arrivati già a buon punto con gli operai stavano già piantando siepi e arbusti, ben 15 mila piantine. Il tocco finale prima dell’apertura.
Nel cronoprogramma dei lavori, iniziati lo scorso febbraio, manca solo l’ultimazione dell’impianto di illuminazione, con l’installazione delle torri faro da parte di Agsm.

Il parcheggio per auto, con spazi riservati a disabili, motocicli e al bike sharing, si estende su un’area di 45 mila metri quadri, alla quale si accede direttamente da Strada La Genovesa. Per i mezzi pubblici è stato realizzato un tratto indipendente, con fermate e pensiline, mentre sono stati inseriti percorsi tattili al fine di consentire ai non vedenti/ipovedenti un’agevole fruizione del parcheggio, collegato con la rete informatica del Comune. Su tutta l’area sono presenti elementi di arredo urbano, quali panchine e cestini, e gli stalli sono dotati di autobloccanti drenanti lungo la pavimentazione. Delle torri faro illumineranno il parcheggio e un impianto di videosorveglianza sarà collegato con la centrale operativa della Polizia locale. È presente, inoltre, un sistema di smaltimento delle acque meteoriche e uno di irrigazione che attinge l’acqua dalla canaletta consortile dall’Adige, drenandola e purificandola.

«Ormai il parcheggio è pronto, mancano solo gli ultimi dettagli - ha dichiarato Sboarina –, poi sarà a disposizione della città. Quest’area potrà essere raggiunta agevolmente da chi esce dal casello di Verona Sud, senza quindi interferire con il traffico veicolare ordinario. Con i mille nuovi stalli creati riusciremo anche a togliere un numero considerevole di auto dai quartieri di Santa Lucia, Golosine e Borgo Roma, soprattutto quando torneranno le fiere e i grandi eventi. Una bella novità per i residenti di questa zona della città ma anche per chi arriva da fuori, la sosta infatti sarà gratuita, con le navette per il centro. Un grande servizio per chi, non appena sarà possibile, vorrà venire a visitare Verona. Questo è solo il primo stralcio dei lavori, è in cantiere la realizzazione di altri 3 mila posti auto».

«Questo nuovo parcheggio potrà essere utilizzato immediatamente - ha dichiarato Padovani -. L’area, nelle prossime settimane, sarà disponibile e fruibile da tutti. Un altro spazio della città messo in sicurezza, in quanto sorvegliato e collegato alla Centrale della Polizia locale, e arricchito di verde pubblico. Questo intervento, infatti, non solo ha riqualificato un’area importante ma ha anche permesso di mettere a dimora 15 mila piante e 200 alberi, che verranno irrigati da un sistema all’avanguardia, collegato direttamente con l’acqua dell’Adige».

parcheggio scambiatore della Genovesa-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento