menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto Facebook - Panda Raid)

(Foto Facebook - Panda Raid)

Panda 4x4 in viaggio nel deserto per gareggiare e anche per solidarietà

Al Panda Raid 2020 parteciperanno anche gli equipaggi veronesi del Company Rally Team e della scuderia Omega. Oltre a competere, porteranno giochi materiale didattico per bambini e diffonderanno un messaggio contro la violenza di genere

Metti 28 impavidi piloti alla guida di 14 Fiat Panda 4x4 degli anni Ottanta e Novanta. Aggiungi le dune del deserto, una quantità imprecisata di sabbia e circa 10mila chilometri di viaggio. Ecco il Panda Raid 2020, l'avventuroso viaggio in programma dal 6 al 14 marzo dalla Spagna al Marocco a cui Verona parteciperà con gli equipaggi del Company Rally Team e della scuderia Omega. Un viaggio in cui a farla da padrone saranno l’adrenalina, le capacità mentali e fisiche dei partecipanti e, dal punto di vista tecnico, la precisione in cui saranno percorse le 7 tappe, visto che il Panda Raid è una gara di regolarità.

Per il gruppo veronese, non sarà però solo un'esperienza di sport. Valore aggiunto è infatti l’aspetto benefico e il messaggio di solidarietà che contraddistingue il viaggio del team veronese. Nelle Fiat Panda saranno infatti caricati giochi, materiali scolastici e vestiti da donare ai bambini dei villaggi sub sahariani. E ad ogni tappa verrà diffuso il messaggio di non violenza nei confronti delle donne, anche in onore della presenza femminile sulle quattro ruote. Coincidenza vuole che la prima tappa del rally sia proprio nella Giornata internazionale dei diritti della donna, l’8 marzo.

Giunto alla dodicesima edizione, il Panda Raid è un rally amatoriale di regolarità che si tiene nel deserto marocchino, senza comodità né tecnologia. Bussola, roadbook ed intuizione sono gli unici strumenti consentiti e ammessi nelle tende allestite nel deserto.

Il progetto Panda Raid Verona è patrocinato da Comune, Aci Verona, Croce Verde Verona, Telefono Rosa Verona, Api Donne Confini e Pav. Ad augurare buon viaggio agli equipaggi, l'assessore allo sport di Verona Filippo Rando: «Mai come in questa occasione sport è sinonimo di avventura. Un viaggio davvero avvincente, in luoghi di grande atmosfera come il deserto, dove la carta vincente sarà ancora una volta il lavoro di squadra. E di nuovo lo sport si dimostra strumento per veicolare passioni e valori, in qualsiasi luogo del mondo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento