Attualità Via della Pace

La panchina rossa imbrattata a Nogara sistemata dal circolo Auser

Sul simbolo della battaglia contro la violenza sulle donne era stata disegnata una svastica. Grazie al locale circolo Auser «Gabriele Olivieri» tornerà come nuova

La panchina rossa imbrattata

La panchina rossa installata a Nogara come simbolo della battaglia contro la violenza sulle donne è stata imbrattata con una svastica nera. «Fino a quando ci saranno persone come queste, le donne non saranno mai al sicuro. E costruire una società migliore, richiederà uno sforzo sempre più grande», ha scritto il Comune in un post di condanna su Facebook.

Maria Gallo, presidente di Auser Veneto, Pietro Carradore, presidente di Auser Verona, e Daniele Pozzati presidente del locale circolo Auser «Gabriele Olivieri» hanno condannato a loro volta l'atto vandalico, con cui è stato colpito un bene della comunità ed il simbolo di una battaglia che dovrebbe essere di tutti. «Chi ha imbrattato la panchina rossa ha commesso un doppio delitto: uno contro il principio di tutela delle donne vittime di violenza e il secondo ben più grave perché rievoca il nazismo e in un paese democratico e antifascista non è ammissibile sentire ancora persone che inneggiano al nazismo», ha commentato Maria Gallo.

La panchina imbrattata sarà sistemata a cura del Circolo Auser di Nogara e ritornerà come nuova, a testimoniare che i balordi e i vandali non l'avranno vinta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La panchina rossa imbrattata a Nogara sistemata dal circolo Auser

VeronaSera è in caricamento