menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar

Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Da lunedì prossimo il Sacro Cuore Don Calabria inizierà la somministrazione su due categorie: gli insegnanti ed i pazienti oncologici in carico all'ospedale

L'ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar entra a far parte dei centri vaccinali della provincia di Verona. Su richiesta dell'Ulss 9, da lunedì 8 marzo la struttura ospedaliera della Valpolicella inizierà la somministrazione alla popolazione dei vaccini anti-Covid, cominciando dagli insegnanti e dai pazienti oncologici in carico all'ospedale. Gli interessati dovranno recarsi al centro prelievi collocato al primo piano del nuovo ingresso (entrata pedonale da Viale Rizzardi).
Il calendario prevede: insegnanti, 200 al giorno in base a una lista di accesso fornita dall'Ulss 9, dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 18; e pazienti oncologici, su chiamata dell'ospedale, dal lunedì al giovedì dalle 18 alle 19 e il venerdì dalle 15 alle 19.

Ampia la possibilità di parcheggio vicino all'ospedale. Si possono trovare stalli al parcheggio San Giovanni Calabria con rampa di accesso in Via Ghedini, i cui piani interrati sono collegati con gli ascensori direttamente agli ambulatori dove viene somministrato il vaccino. Inoltre, ci sono i parcheggi comunali in Via Ghedini, Viale Rizzardi e Via Salgari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Come presidio della rete ospedaliera regionale siamo in prima linea fin dall'inizio nella lotta alla pandemia e quindi non potevamo non esserlo in questo momento in cui vaccinare, e in fretta, è l’unica arma che possiede il mondo per ricominciare - ha affermato l'amministratore delegato Mario Piccinini - Mettiamo a disposizione della medicina di prevenzione non solo la struttura, ma anche il nostro personale e la nostra organizzazione, che ci ha permesso in un solo mese di somministrare il vaccino, compreso il richiamo, a circa 2.000 dipendenti e agli ospiti delle nostre case di riposo (vedi video)».

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento