menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Isola della Scala, ciclo del riso raccontato da 22 opere d'acciaio in fiera

Le creazioni possono raggiungere anche i 2 metri e mezzo d'altezza e sono state ideate e disegnate dall'artista isolano Alessandro Mutto

È terminata a inizio agosto la realizzazione delle 22 opere che raccontano l'intero ciclo del riso, dalla risaia alla pila, e che troveranno spazio nei padiglioni della Fiera del Riso di Isola della Scala, in programma dal 12 settembre al 7 ottobre. Tra le figure, realizzate in acciaio corten dall'azienda Roclam di Isola della Scala, ci sono mondine, contadini, cavalli, aironi e bambini. Opere che raggiungono i 2 metri e mezzo d'altezza e che sono state ideate e disegnate dall'artista isolano Alessandro Mutto.

È isolana la mano che le ha disegnate, è isolana l'azienda che le ha prodotte, è isolana la storia stessa, quella del riso, che queste opere raccontano - ha affermato il sindaco di Isola della Scala Stefano Canazza - Ancora una volta la Fiera diventa strumento reale di promozione del nostro territorio, degli artigiani, delle imprese e delle idee che nascono qui per poi viaggiare ben oltre i confini della nostra regione.

Le figure, dal peso totale di 10 quintali, andranno a circondare completamente la rinnovata mostra sul riso che quest'anno verrà posizionata al centro della hall. Il materiale utilizzato per la loro realizzazione permetterà in futuro ad Ente Fiera, in accordo col Comune, di installare anche singolarmente le opere, sia al coperto che all'aperto. Le 22 figure verranno inoltre trattate con acqua per far sì che l'acciaio corten acquisisca il caratteristico colore rossastro.

Tra le novità dell'allestimento della 52sima edizione della manifestazione ci sono queste opere che potranno essere utilizzate per decenni, dentro e fuori la Fiera del Riso - ha spiegato l'amministratore unico di Ente Fiera, Alberto Fenzi - Il materiale usato ci darà modo di posizionarle anche all'aperto per lunghi periodi. I luoghi che potranno accoglierle sono davvero molti, uno fra tutti il museo del riso a cui stiamo lavorando dal 2017.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento