rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Attualità Centro storico / Via Rosa

La veronese Anna Fiscale al Quirinale per l'onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

La presidente della cooperativa sociale Quid Onlus: «Sono innanzitutto felice che così tante altre donne, giovani, imprenditrici e operatrici sociali siano state nominate cavalieri e commendatori». I complimenti dal governatore Luca Zaia: «Anna è l’esempio dell’imprenditoria veneta più vera e più bella»

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha consegnato ieri mattina al Quirinale le onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, per gli anni 2020 e 2021, conferite "motu proprio", a cittadini distintisi per senso civico e solidarietà, superamento delle barriere, tutela della salute, cooperazione internazionale, atti di eroismo, cultura dell’inclusione, diritti dell’infanzia, imprenditoria etica, legalità e coesione sociale e impegno su temi di rilevanza sociale. La cerimonia, aperta con l'intervento del Capo dello Stato, è stata condotta da Eleonora Daniele.

Il Premio Verona Giovani di Apindustria va ad Anna FIscale, fondatrice di Quid Impresa Sociale

Il discorso del presidente della Repubblica

Tra gli insigniti dal Capo dello Stato figurava anche la giovane imprenditrice veronese Anna Fiscale, 32 anni e nominata Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana con la seguente motivazione: «Per il suo appassionato contributo e lo spirito di iniziativa con cui ha lavorato sulle vulnerabilità e le differenze per trasformarle in valore aggiunto sociale ed economico». Dopo diverse esperienze nella cooperazione internazionale, tornata a Verona poco più che ventenne, Anna Fiscale sviluppa un progetto che, grazie a un piccolo contributo di alcune fondazioni del territorio, la porterà alla creazione, nel 2013, della cooperativa sociale Quid Onlus che presiede. La cooperativa ha un doppio obiettivo: riciclare stoffe in eccesso, provenienti da rimanenze di grandi marchi; dare lavoro a donne svantaggiate e in generale persone con fragilità. Il principio base è «trasformare le vulnerabilità in valore aggiunto». Grazie ai brand partner che forniscono le eccedenze, dai laboratori escono collezioni di alta qualità e a prezzi democratici. Impiega circa 100 lavoratori di molte nazionalità (per l’80% donne provenienti da categorie socialmente svantaggiate). Distribuisce le proprie collezioni in un centinaio di negozi multibrand, online e in alcuni negozi Quid.

«Sono innanzitutto felice che, oltre a me, così tante altre donne, giovani, imprenditrici e operatrici sociali siano state nominate cavalieri e commendatori - ha detto Anna Fiscale a margine della cerimonia - Anche in queste nomine l'attenzione alla diversità e a quella che spesso viene interpretata come fragilità diventa quindi, anche per lo Stato italiano, una risorsa: spero che questo messaggio possa passare a tutte le cittadine e i cittadini, specialmente a chi si sente escluso oggi dal mercato del lavoro, perché possa continuare a percepirsi e a essere percepito come una risorsa. Grazie dunque di cuore al presidente Mattarella per aver messo in luce questo messaggio con la mia nomina e a tutto il mio team, che quotidianamente si impegna insieme a me per rendere questo possibile».

Ludovico Mantoan, amministratore delegato e cofondatore di Quid, ha spiegato: «La sfida della cooperativa è trasformare i limiti di persone nate in luoghi svantaggiati, o reduci da esperienze dolorose, nella nostra più importante risorsa aziendale. L'impresa sociale non è un'esibizione di carità, ma la conferma che anteporre la persona al profitto oggi può generare un valore nuovo. La diversità favorisce la creatività e in ogni prodotto si sente che c'è una storia importante da raccontare». La cooperativa è presente, con laboratori sartoriali, anche nel carcere di Montorio con un programma per i detenuti nel loro reinserimento. 

Le congratulazioni del governatore Zaia

«Mi congratulo con Anna Fiscale, giovane veneta che onora il Veneto e che ne incarna i valori più profondi. La neoinsignita Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica non solo è una imprenditrice che coniuga i valori del lavoro a quelli della solidarietà, ma, in tempo di pandemia, ha saputo riconvertire le attività avviate e prototipato modelli di mascherina protettiva riutilizzabile in tessuto, che poi ha certificato. Una scelta che ha garantito, da un lato, di continuare un’attività lavorativa già imperniata sui valori della solidarietà, allargando, dall’altro, il proprio contributo sociale a tutta la comunità». Così si è espresso il governatore del Veneto Luca Zaia, commentando la notizia della consegna, da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana alla trentaduenne imprenditrice veronese Anna Fiscale.

«Anna è l’esempio dell’imprenditoria veneta più vera e più bella - ha concluso il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia -. E ci dimostra, in maniera limpida, come i valori più profondi e radicati nella nostra terra veneta sono quelli che uniscono il lavoro alla solidarietà, unico connubio in grado di garantire alle comunità il vero benessere. A lei ancora le mie congratulazioni».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La veronese Anna Fiscale al Quirinale per l'onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

VeronaSera è in caricamento