Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Olimpiadi 2026, Zaia: «Un evento così deve essere sostenuto da tutti»

A Verona si sono riuniti il Comitato di Indirizzo e del Comitato Esecutivo di Coordinamento di Milano-Cortina 2026 e sono stati fatti dei passi avanti

 

Si sono tenuti ieri pomeriggio, 7 ottobre, a Veronafiere, gli incontri del Comitato di Indirizzo e del Comitato Esecutivo di Coordinamento delle Olimpiadi Invernali di Milano-Cortina 2026, che ha visto la presenza anche del ministro alle politiche giovanili e allo sport Vincenzo Spadafora.

Prima dell'incontro, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha puntalizzato i temi attualmente centrali per l'evento. Come si può ascoltare dal video, questi temi sono l'individuazione di un manager e il sostegno economico da parte dello Stato.
Per l'organizzazione delle Olimpiadi che si terranno in Veneto e Lombardina tra sette anni sarà creata una fondazione. Ancora non è stato deciso il professionista che la guiderà, ma pare che la lista dei papabili sia stata ristretta a tre nomi. Dovrebbero essere tre italiani e la scelta definitiva dovrebbe essere presa a novembre. Inoltre, il ministro Spadafora ha dichiarato che il sostegno del Governo a questo evento non potrà mancare. Segno, dunque, che la riunione di ieri è stata proficua, perché sui entrambi i nodi evidenziati da Zaia sono stati fatti dei passi in avanti.

Intanto, però, le Olimpiadi lombardo-venete hanno incassato un finanziamento da parte di Confcommercio da 50 milioni di euro. Si chiama «Olimpic Winter Pluribond Milano-Cortina 2026» ed è riservato alle imprese che effettueranno investimenti finalizzati all'adeguamento delle strutture ricettive, commerciali, di ristorazione, di logistica, trasporti e servizi ubicate nelle regioni di riferimento dell'Olimpiade dell'arco alpino. Per il presidente di Confcommercio Verona Paolo Arena: «È un'importante opportunità che valorizza il lavoro di squadra di Confcommercio e che consente di essere i primi in assoluto ad aver ideato e organizzato un'operazione dei mini bond di filiera sulle Olimpiadi».

Infine, ieri, ha partecipato all'incontro in Veronafiere anche il sindaco di Verona Federico Sboarina che ha commentato: «Verona rappresenta la naturale cerniera tra Milano e Cortina e tra il Veneto e la Lombardia. Il presidente del Veneto Zaia ha dimostrato, in occasione della candidatura olimpica, di essere un player di grande valore: Verona e il Veneto sono in buone mani. Con lui abbiamo già parlato e ipotizzato il ruolo che la nostra città potrà giocare in questa grande occasione. Verona è città olimpica e, anche se nel nostro territorio non si terranno gare, saremo protagonisti della cerimonia di chiusura che con grande orgoglio ospiteremo in Arena. Stiamo già pensando agli importanti flussi di persone in arrivo e, infatti, proprio oggi abbiamo presentato il grande progetto viabilistico, legato al casello di Verona Sud, che sarà la nuova porta d'accesso».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento