Nuovo stadio, il progetto passa in giunta. Sboarina: «Riqualifica il quartiere»

Il project financing del Nuovo Arena Stadium ora deve passare il vaglio consiglio comunale, chiamato a dichiarare il "pubblico interesse" dell'opera

Rendering del nuovo stadio di Verona

Oggi, 4 novembre, la giunta comunale di Verona ha approvato la proposta di delibera del nuovo stadio. Secondo quanto previsto dalla specifica legge, adesso il project financing del Nuovo Arena Stadium deve passare il vaglio consiglio comunale, chiamato a dichiarare il "pubblico interesse" dell'opera. Successivamente, verrà definito il bando che chiederà di realizzare un impianto pensato per soddisfare le esigenze dei residenti, risolvere i problemi domenicali e riqualificare il quartiere.

Per realizzare il parco del quartiere si costruirà una struttura di un terzo inferiore all'attuale Bentegodi e che preveda al suo interno, oltre all'impianto sportivo vero e proprio, anche la presenza di una serie di servizi, alcuni dei quali ad uso del quartiere: un museo (1.899 mq), una struttura alberghiera (circa 11mila mq), spazi per uffici e servizi (8.775 mq), pubblici esercizi (1.679 mq), alcuni negozi (2.484 mq), un teatro (562 mq) e spazi destinati al congressuale.

Abbiamo completato l'iter - ha detto il sindaco Federico Sboarina - per la dichiarazione di pubblico interesse del progetto. Tutti i pareri raccolti, per quanto previsto dalla legge in questa fase, sono favorevoli. Ora sarà il consiglio comunale ad esprimersi e chi si presenterà alla gara dovrà rispettare le osservazioni che abbiamo pensato a vantaggio della città e del quartiere. Alcuni punti inseriti nella dichiarazione sono chiarissimi: il nuovo stadio è l'occasione per una grande riqualificazione dell'intero quartiere con la creazione di un grande parco e l'eliminazione della criticità che oggi ci sono, tra cui il parcheggio selvaggio. L'impianto è a costo zero per i veronesi perché se ci sono fondi pubblici da spendere vanno usati per realizzare scuole, asili e strade. Ultima osservazione: per limitare al massimo i disagi nella realizzazione dell'impianto abbiamo chiesto che il progetto prediliga l'abbattimento e la costruzione del nuovo stadio, senza la creazione dello stadio provvisorio.

Si prevede che l'iter amministrativo duri un anno, mentre l'intervento vero e proprio circa due. «Il sostegno all'approvazione della delibera per il pubblico interesse - ha detto l'assessore leghista Nicolò Zavarise - arriva da parte della Lega dopo un percorso di confronto insieme al sindaco Sboarina, al fine di garantire al quartiere la maggior tutela possibile a fronte di una cantierizzazione importante che andrà di fatto a cambiare la morfologia dell'intera area. Pertanto abbiamo voluto indicare come prioritario il processo di demolizione e ricostruzione in sito dell’impianto sportivo, per evitare la realizzazione dello stadio provvisorio con il fine di alleggerire il quartiere dai lavori. È stato fondamentale per la Lega avviare un dialogo con un soggetto autorevole e super partes che fosse in grado di dare una prima valutazione di massima sul progetto, visto che la Legge sugli Stadi permette in questa prima fase, a eventuali proponenti, di presentare un piano economico non asseverato. Abbiamo quindi coinvolto il Credito Sportivo che ha dato delle valutazioni di massima che si sono riscontrate positive. Come Lega continueremo a farci garanti nei confronti di tutte le realtà del quartiere e della terza circoscrizione in generale, con la realizzazione di un canale di comunicazione prioritario per fare in modo che il "progetto stadio" non sia unilaterale bensì condiviso e co-progettato in tutte le sue fasi, tenendo conto di ogni necessità ed esigenza del territorio. Attiveremo una serie di richieste nei confronti dei proponenti per sfruttare l'occasione del nuovo stadio per superare anche quelle criticità che ancora oggi pesano sul quartiere, in primis il problema della sosta selvaggia durante le partite calcistiche».

«Siamo molto soddisfatti dell'approvazione di questa delibera - ha aggiunto l'assessore Stefano Bertacco - All'idea di un nuovo stadio, noi siamo sempre stati d'accordo. L'attuale impianto non è più adeguato, ma serve anche una soluzione per la riqualificazione del quartiere. Spero che il processo vada avanti in maniera spedita».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento