Domenica, 24 Ottobre 2021
Attualità Centro storico / Piazza Bra

Un pick-up polivalente e funzionale, è il nuovo mezzo per la Protezione Civile di Verona

Costato 32 mila euro, è stato acquistato dal Comune di Verona. «È un supporto in più che diamo alla flotta presente perché anche in questo settore così come in altri, stiamo facendo un ricambio, introducendo dei mezzi all’avanguardia», ha detto l'assessore Zanotto

La flotta della Protezione Civile si arricchisce di un nuovo importante mezzo per affrontare al meglio ogni emergenza. È il pick-up Ford Ranger acquistato di recente dal Comune di Verona e presentato oggi in piazza Bra.

Il mezzo va ad aggiungersi a quelli già in dotazione alla Protezione Civile, alcuni dei quali ormai datati e che con il passare del tempo saranno dismessi. Un nuovo strumento per intervenire e gestire al meglio ogni situazione, dalla più semplice alla più complicata, che verrà utilizzato in tutte le attività che riguardano rischi antropici e naturali nel territorio comunale. Sarà dunque fondamentale per l’attività di protezione civile, dalla pronta emergenza legata ad incendi e nubifragi fino alla gestione di situazioni come è stato il lockdown, prestando servizio nei centri tamponi e vaccini, un grande lavoro svolto dalle 18 associazioni che fanno parte della consulta della Protezione Civile.

Il nuovo fuoristrada, che va ad aggiungersi ad altri tre pick-up, un camion dotato di gru per sollevamento e trasporto di materiali pesanti, e altre dotazioni in base al tipo di emergenza, è costato circa 32 mila euro, è un 4x4 a doppia cabina e di cilindrata 2000 cc, quindi non un mezzo normale e di ordinario utilizzo. La sua caratteristica principale è infatti essere polivalente e molto funzionale. Può operare in contesti urbani e semi urbani, superando superfici e tratti difficili. Ha inoltre la possibilità di trasportare cinque persone per coordinare le unità operative mobili, un’ottima possibilità di carico nel cassone posteriore, ma soprattutto una grande capacità di traino per tutta una serie di carrelli che devono trasportare un peso consistente in dotazione alla Protezione Civile, come ad esempio la cucina mobile. In caso di necessità il pick-up può essere anche utilizzato come mezzo di rappresentanza.

Gli automezzi della Protezione Civile in piazza Bra-2

Alla presentazione e alla consegna delle chiavi erano presenti l’assessore alla Protezione Civile Marco Padovani, l’assessore all’Economato Luca Zanotto, il responsabile del Nucleo Protezione Civile di Verona Stefano Bertelè, alcuni rappresentanti della Protezione Civile e dell’Associazione Nazionale Alpini.

«Integriamo il parco macchine con un mezzo duttile e utilizzabile in varie situazioni – spiega l’assessore Padovani -. Questo è un ringraziamento alla Protezione Civile e alle associazioni che operano nel territorio, un segno tangibile della vicinanza da parte dell’Amministrazione comunale».

«Come settore Economato abbiamo cercato di ottemperare alle esigenze della Protezione civile – afferma l’assessore Zanotto -. È un supporto in più che diamo alla flotta presente perché anche in questo settore così come in altri, stiamo facendo un ricambio, introducendo dei mezzi all’avanguardia».

«Devo ringraziare l’Amministrazione comunale che ha ci prestato attenzione mettendoci a disposizione un mezzo che risponde a tutte le nostre esigenze e aspettative – sottolinea Bertelè -. È completo sotto ogni punto di vista, un aiuto in più per affrontare al meglio gli agenti atmosferici sempre più frequenti».

I presenti alla consegna del pick-up-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un pick-up polivalente e funzionale, è il nuovo mezzo per la Protezione Civile di Verona

VeronaSera è in caricamento