menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un nuovo acquedotto per migliorare il servizio idrico nell'alto Garda

Il progetto di AGS riguarda la rete di Castelletto di Brenzone e prevede la posa di una nuova tubazione, lunga 650 metri, lungo un tratto di via Fasse. L'investimento richiesto dall'opera è di 100 mila euro

Azienda Gardesana Servizi avvia importanti lavori sulla rete di acquedotto di Castelletto di Brenzone. Il progetto prevede la posa di una nuova tubazione, lunga 650 metri, lungo un tratto di via Fasse. In questo modo, si prolunga il tronco di acquedotto che proviene da San Zeno di Montagna e si migliora il servizio idrico alle abitazioni presenti lungo il tratto successivo della via che attualmente sono dotate di collegamenti meno efficienti.

«Grazie a questo intervento – spiega il presidente di AGS Angelo Cresco – l’acqua arriverà nelle abitazioni sempre con pressione adeguata e, in più, l’intervento potrà permettere in futuro di realizzare l’interconnessione tra i distretti idrici di San Zeno e Castelletto così possiamo assicurare continuità di servizio anche in casi eccezionali come guasti di rete, degli impianti o di forti siccità. Per realizzare quest’opera, Ags investe 100mila euro».

I lavori saranno terminati entro la fine della primavera e prima che la stagione turistica entri nel vivo.

«La realizzazione di interconnessioni tra reti di acquedotto – sottolinea il direttore di AGS Carlo Alberto Voi – è un obiettivo strategico anche del Piano d’ambito del Servizio idrico. Tutte le opere saranno interrate e, quindi, non sono previsti impatti dal punto di vista paesaggistico. E per quanto riguarda l’impatto sul traffico, il disagio sarà ridotto visto che i cantieri saranno temporanei e con estensione limitata».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ordine dei medici di Verona: «La pandemia non deve essere minimizzata»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento